Sabato, 04 dicembre 2021 - ore 04.42

Le mostre sulla biodiversità a Cremona protagoniste allo Slow Food Theatre di Expo

Le due mostre sono attualmente in corso al Museo di Storia Naturale

| Scritto da Redazione
Le mostre sulla biodiversità a Cremona protagoniste allo Slow Food Theatre di Expo

Nell’ambito della presentazione allo Slow Food Theatre di Expo 2015 del progetto Nutrire Cremona e il suo territorio, il Comune di Cremona, rappresentato dall’Assessore con delega al Turismo Barbara Manfredini, ha presentato le due mostre attualmente in corso al Museo Civico di Storia Naturale e visibili sino alla fine di agosto: Colori e forme in natura e La Bella Differenza. Due esposizioni incentrate sulla biodiversità nel nostro territorio, argomento non scelto a caso: tra i temi di Expo 2015 vi è infatti anche la biodiversità e l’importanza della sua salvaguardia. Spesso conosciamo territori lontani ma non quello in cui viviamo, anche se, in questi ultimi anni, è cresciuta la consapevolezza che questo patrimonio debba essere conservato e tutelato. Ma il primo passo verso la tutela è appunto la conoscenza. Lo stesso obiettivo che si è prefissato il gruppo di giovani videomaker di Pro Cremona con il loro filmato ambientato nella campagna cremonese. Un’importante sinergia d’intenti, come sottolinea l’Assessore, che, nel corso dell’iniziativa, ha avuto modo di parlare anche delle altre iniziative in programma a Cremona durante il periodo di Expo e distribuire il relativo materiale informativo.

862 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Expo Coldiretti, il riso Made in Italy conquista l’ Asia con + 44% Export

Expo Coldiretti, il riso Made in Italy conquista l’ Asia con + 44% Export

Con un aumento record del 44 per cento del valore delle esportazioni nel 2015 il riso Made in Italy conquista addirittura l’Asia. E’ quanto è emerso da una analisi della Coldiretti che ha volute dedicare al riso l’ultimo appuntamento della presenza degli agricoltori della Coldiretti ad Expo per ricordare il cereale piu’ consumato al mondo che è anche rappresentativo dell’equilibrio che esiste nell’attività agricola chiamata a svolgere un ruolo multifunzionale che garantisce sicurezza alimentare e sostenibilità ambientale.