Martedì, 20 ottobre 2020 - ore 08.50

PUNTO CREMONESE: deludente pareggio a reti inviolate tra Cremonese e Venezia

I grigiorossi giocano un tempo creando poco e male in attacco, soliti giocatori, soliti problemi, i soliti discorsi.

| Scritto da Redazione
PUNTO CREMONESE: deludente pareggio a reti inviolate tra Cremonese e Venezia

«Oggi abbiamo creato tanto, non abbiamo centrato la porta ma sono state create molte occasioni per fare gol. Quando miglioreranno la condizione atletica e la lucidità vinceremo partite come questa. La squadra ha tenuto in mano la gara per quasi tutti i 90 minuti. Spiace non vincere quando produci così tanto, ma bisogna essere bravi a concretizzare nell’area avversaria. Ci serve un po’ di cattiveria sotto porta».

Con questa dichiarazione in sala stampa il tecnico Bisoli fotografa la partita e la prestazione dei suoi ragazzi e volta pagina su un deludente pareggio. Mercoledi trasferta a Lecce per il turno infrasettimanale, per poi tornare domenica sera allo Zini per il derby contro il Brescia.

Il Venezia, squadra che non ha certo entusiasmato più della Cremonese, porta a casa un punticino ringraziando e complimentandosi con una squadra che a detta di tutti dovrebbe dare filo da torcere a chiunque, ma che in realtà non sembra per niente cosi pericolosa.

 «Abbiamo iniziato un percorso importante e siamo sulla strada giusta, non si può avere tutto subito. Questo mi dà la serenità di tornare al lavoro domattina e preparare un’altra partita, prima o poi gli episodi positivi arriveranno – ha continuato il tecnico ex Cesena e Padova -. Il gruppo sta lavorando forte per dare soddisfazioni, oggi i ragazzi sono usciti stremati e stanno sicuramente onorando i tifosi. Quando cerchi la vittoria fino alla fine li rendi orgogliosi, poi nello sport possono anche capitare episodi sfavorevoli».

Un primo tempo dove per buona parte i grigiorossi hanno tenuto il pallino del gioco, raddoppiato recuperato e ripartito senza però quasi mai rendersi pericolosi sotto porta. L'azione piu' pericolosa è per i lagunari che al 24'  su cross di Molinaro l'ex Forte impegna Alfonso in una parata in due tempi.

Solo al 30' la Cremonese si rende veramente pericolosa con il rientrante Gaetano che raccoglie un ottimo assist di Ceravolo ed impegna Lezzerini costretto a mettere in angolo.

Al 35' Ceravolo anticipa il portiere ed alza una palla a campanile in area che nessuno raccoglie.

Al 40' Valeri, ottima la sua prestazione, impegna Lezzerini su punizione dal limite.

Il secondo tempo inizia a parti invertite, il Venezia sposta avanti il suo baricentro e la Cremonese fatica ad uscire dalla sua area, la difesa tiene bene, ma a centrocampo un Deli deludente ha finito la benzina e Valzania e Gustafson fanno quello che possono ma si trovano sempre in inferiorità numerica.

Già al 52' Johnsen impegna Alfonso con un tiro rasoterra pericoloso, ci prova poi Modolo al 57' che in mischia mette fuori di poco.

E' evidente che i grigiorossi subiscono troppo e Bisoli cerca di dare piu' dinamismo al centrocampo ed all'attacco, inserendo Bonaiuto al posto di uno spento Gaetano, e Strizzolo a rilevare Ciofani che ha lavorato molto come gragario, ma non è mai stato pericoloso in area veneta. Pinato rileva Deli, mentre Zanetti effettua un doppio cambio: Aramu per Crigoj e Fiordilino per Capello.

I cambi 'depressurizzano' l'area dei grigiorossi che al 48' sfiorano il gol con Valeri che spara di poco alto sulla traversa una palla servitagli da Pinato.

Al 75' Bisoli gioca la carta Celar per Ceravolo, mentre all'84' cambio sulla fascia sinistra con Crescenzi per Valeri, cambiano le pedine ma non la sostanza e lo 0 - 0 si materializza dopo 4' di recupero.

 «Avevamo perso brillantezza sia a centrocampo che in avanti, volevo riportare il Venezia nella propria metà campo. Sanno di essere tutti sia titolari che riserve, chi è entrato comunque ha fatto bene. Considerata la condizione dei ragazzi li posso alternare senza modificare l’equilibrio della squadra, ho 20 giocatori che ogni giorno lavorano per migliorarsi. Sicuramente non siamo super felici, ma la strada è quella giusta. Alfonso oggi non ha mai toccato il pallone, è stato inoperoso».

Si è visto un gioco ed una determinazione più costante ed propositivo, un centrocampo in crescita grazie a Gustafson, sia in interdizione che in ripartenza e un Valzania finalmente all'altezza delle sue caratteristiche. Le sofferenze son arrivate per la mancanza di incisività e idee da parte di Deli che raramente ha imbastito con Gaetano trame interessanti.

Dal reparto avanzato arrivano dispacci preoccupanti, il rientro di Gaetano dovrebbe aiutare  a rompere le linee nemiche ed a fare arrivare munizioni la davanti, ma in realtà è sempre troppo poco, anche a causa della mancanza di freschezza e velocità degli attaccanti.

Ciofani e Ceravolo provano a dialogare, ma manca il guizzo sulla la palla sporca, l'invenzione che permette di infilare la porta avversaria. Un gol su punizione in 3 partite e troppo poche occasioni da gol, un segnale chiaro che sarà difficile portare in controtendenza viste le caratteristiche fisiche e tecniche  di Ceravolo e Ciofani.

Scene già viste dunque, ma considerando che c'è ancora un discreto margine di tempo per lavorarci ed un gruppo compatto, dobbiamo avere fiducia in un futuro che ci aspetta già mercoledi a Lecce, poi come detto derby domenica con il Brescia e Cagliari nel turno di Coppa Italia la settimana successiva. 

CREMONESE (4-3-1-2): Alfonso, Bianchetti, Ravanelli, Terranova, Valeri (84′ Crescenzi), Valzania, Gustafson, Deli (57′ Pinato), Gaetano (57′ Buonaiuto), Ceravolo (75′ Celar), Ciofani (57′ Strizzolo).

A disposizione.: Volpe, Zaccagno, Fiordaliso, Castagnetti, Bia, Schirone, Nardi.

Allenatore: Pierpaolo Bisoli

 

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini, Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Molinaro, Vacca (75′ Rossi), Taugourdeau, Crnigoj (57′ Fiordilino), Capello (57′ Aramu), Johnsen (66′ Di Mariano), Forte.

A disposizione.: Pomini, Tonello, Ferrarini, Serena, Marino, St. Clair, Karlsson, Svoboda.

Allenatore.: Paolo Zanetti

 AMMONITI: Deli (C), Capello (V), Johnsen (V), Strizzolo (C)

ANGOLI: 5/7

RECUPERI: 0′ / 4′

 

-Gazzaniga Daniele-

128 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria