Giovedì, 17 giugno 2021 - ore 06.43

SEI NUOVE TELECAMERE SULLE SCUOLE PER ABBATTERE LO SPACCIO DI DROGHE

Sei telecamere sulle scuole contro lo spaccio di droga Lodi, per la polizia locale una nuova centrale operativa

| Scritto da Redazione
SEI NUOVE TELECAMERE SULLE SCUOLE PER ABBATTERE LO SPACCIO DI DROGHE
Taglio del nastro ieri pomeriggio, presso il comando della Polizia Locale di via Cadamosto a Lodi(LO), alla presenza del Prefetto Giuseppe Montella e della sindaca Sara Casanova, col comandante Fabio Germanà a fare gli onori di casa.
 
Il battesimo riguardava l'installazione di 6 nuove telecamere presso le scuole Cazzulani e Ponte e la riqualificazione della centrale operativa, con nuovi monitor e aggiornamento tecnologico.
 
Il sistema di videosorveglianza del capoluogo ha raggiunto oggi le 93 unità: di queste - ha spiegato il comandante Germanà - 60 sono postazioni fisse o che ruotano a 360 gradi, 8 sono legate al progetto di monitoraggio case Aler, 6 sono di monitoraggio sulle scuole e 14 sono di lettura targhe". La sala operativa, finora con soli 2 monitor e una grossa bacheca per i documenti cartacei, è dotata ora di 4 maxi schermi su cui sono visibili le immagini di tutte le telecamere, con l'aggiunta di un sistema di tracciamento georeferenziato delle pattuglie.
 
L'intervento è costato 48mila euro, di cui 28 mila euro ministeriali. «Ora da remoto potremo seguire gli interventi delle nostre pattuglie e zoommare su una particolare scena, anche per avere fonti di prova dell'accaduto - ha aggiunto Germanà -. Le immagini di sicurezza, che sono fruibili anche dalle altre forze dell'ordine, restano registrate in archivio per due settimane. Per il comando è un punto di svolta: l'intervento delle pattuglie può essere più efficace.
 
Gli operatori sono stati formati e ho predisposto un ordine di servizio per le varie tipologie di intervento coi codici rosso, giallo e verde. Previsto, con un ulteriore finanziamento di 50mila euro, l'arrivo di altre 12 telecamere da collocare negli ingressi della città per lettura targhe e per individuare i veicoli che non possono circolare perché non rispettano le norme sull'inquinamento.
 
Anche se il problema di fondo resta il cablaggio della città in fibra ottica. Finora usiamo ancora la trasmissione in wireless". "Ora c'è un controllo capillare - ha commentato Casanova - grazie alla partecipazione a più bandi che ci ha permesso di implementare le dotazioni.
 
 
I nuovi sistemi ci permettono anche rilevazioni statistiche utili per la programmazione viabilistica". "Caldeggiamo sempre l'installazione di sistemi di videosorveglianza, perché utili alla prevenzione; inoltre consentono la sinergia tra forze dell'ordine e polizia locale. L'auspicio è che altri comuni facciano lo stesso. Importante poi il monitoraggio delle scuole, spesso prese di mira".
181 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria