Giovedì, 23 maggio 2024 - ore 09.11

Senza la Transnistria niente UE o NATO per la Moldavia

| Scritto da Redazione
Senza la Transnistria niente UE o NATO per la Moldavia

A differenza di quanto desidera almeno la metà dei cittadini moldavi, il governo di Natalia GavriliÈ›a sogna di entrare nell’Unione Europea e magari anche nella NATO. Per farlo, però, deve non soltanto ignorare le proteste che nelle ultime settimane si vanno intensificando, ma anche pensare a come risolvere la questione della Transnistria. Con una regione di fatto indipendente e oltre tutto presieduta dai soldati russi, e considerando poi i problemi di corruzione e il livello bassissimo del PIL, la Moldavia non avrebbe speranze di farsi accettare dall’Alleanza Atlantica e dalla UE. Queste organizzazioni, però, sono piuttosto inclini ad andare contro le proprie regole pur di costruire un altro pezzo di muro militare contro la Federazione Russa e togliere a quest’ultima un altro tassello della sua sfera di influenza. Ma non è così semplice nemmeno volendolo. Il professor Hedlund dell’Università di Uppsala, che fa parte del Geopolitical Intelligence Services (GIS) del principe Michele del Liechtenstein, suggerisce che un modo per risolvere la questione senza colpo ferire è che gli ucraini riescano a sconfiggere totalmente i russi. Una debacle completa li costringerebbe a ritirarsi persino dalla Transnistria e a rinunciare a qualche pretesta a ovest. Questa prospettiva solletica i politici moldavi filo-europei e molti politici occidentali, peccato che per il momento sia altamente improbabile, se non impossibile. Lo stesso Hedlund dice che pur con le recenti sconfitte subite dai russi, Mosca controlla comunque almeno il 20% del territorio ucraino e ne ha ufficializzato l’appartenenza alla Federazione grazie ai referendum. A questo punto si prospetta piuttosto una sorta di tregua forzata, uno stallo che permette ai contendenti di rifiatare dopo aver consumato molto potenziale (gli ucraini pure quello degli alleati, oltre al proprio) o persino di sedersi al tavolo delle trattative. Un esito del genere comporterebbe un ulteriore congelamento della situazione in Transnistria, che rimarrebbe indipendente da Chisinau e legata economicamente e militarmente al Cremlino.

 

FONTE: https://strumentipolitici.it/la-moldavia-chiede-armamenti-e-finanziamenti-alla-nato-e-agli-amici-europei/

1387 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria