Mercoledì, 22 gennaio 2020 - ore 08.52

Sinai. La polizia egiziana ne arresta altri venti

| Scritto da Redazione
Sinai. La polizia egiziana ne arresta altri venti

Profughi nel Sinai. La polizia egiziana ne arresta altri venti
Rafah, 24 gennaio 2011. Le autorità egiziane comunicano di aver arrestato il 22 e 23 gennaio due gruppi di migranti africani provenienti da Eritrea e Sudan. Ne dà notizia Egypt Radio. Sabato 11 profughi sono stati fermati nei pressi di Rafah, mentre si dirigevano verso il confine. Ieri altri nove migranti, cinque eritrei e quattro provenienti dal Darfur, sono stati arrestati dopo momenti drammatici. Le forze dell'ordine, infatti, hanno avvistato alcuni trafficanti mentre liberavano gli africani, ma sono intervenuti solo quando i predoni si sono allontanati. Hanno sparato in aria e fortunatamente i profughi si sono fermati. Intanto la televisione di Hamas continua a predicare le azioni dirette a finanziare la jihad come un precetto religioso, giustificando qualsiasi azione contro i cristiani, compreso il rapimento, le violenze e l'omicidio. In questi giorni il ministro degli Interni egiziano, Abib Adly, ha accusato una divisione di Hamas, l'Armata dell'Islam di Gaza, di aver organizzato e messo in atto l'attentato del 31 dicembre scorso contro la chiesa copta di Alessandria, in cui hanno perso la vita 21 persone. Il ministro ha anche dichiarato ufficialmente che esistono forti legami fra Hamas e il movimento terroristico Al Qaeda.

 

EveryOne Group
+39 393 4010237 :: +39 3343449180 :: +39 331 3585406
info@everyonegroup.com :: www.everyonegroup.com

1379 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria