Martedì, 04 agosto 2020 - ore 09.46

Social Forum Mondiale chiuso a Dakar

| Scritto da Redazione
Social Forum Mondiale chiuso a Dakar

Si chiude a Dakar il Social Forum Mondiale  Legambiente: "Grande successo del movimento altermondialista, buon auspicio
per Rio +20". "Un duplice grande successo". - Così Maurizio Gubbiotti, coordinatore della
segreteria nazionale di Legambiente ha definito il Social Forum di Dakar che
si è chiuso oggi -. "Un trionfo per la partecipazione e un buon risultato
per i contenuti perché mai come questa volta i temi ambientali legati alla
crisi climatica e alla sostenibilità hanno pervaso l'intero svolgimento del
Forum. Un forum molto al femminile e molto attento non solo alle vicende che
in questi giorni stanno riguardando l'Egitto e la Tunisia ma anche al
rapporto dei Paesi emergenti come Brasile, Cina e Russia con il Continente
africano. Nonostante l'organizzazione abbia dovuto faticare parecchio per
consentire un regolare svolgimento dei lavori contenendo tutti i
partecipanti in pochi spazi, la manifestazione è riuscita e si è conclusa
con la realizzazione di un interessante piano di mobilitazione lanciate per
Rio+20, che si terrà nel 2012, attraverso una serie di tappe di
avvicinamento (Cop17, una seconda Cochabamba, Terra Futura a Firenze)".

Nel maggio del prossimo anno infatti, si terrà in Brasile, a Rio de Janeiro,
l'aggiornamento dell'appuntamento che nel 1992, proprio dallo scrigno più
importante della biodiversità, lanciò per la prima volta il concetto dello
sviluppo sostenibile e della sostenibilità. L'intenzione è quella di
preparare una mobilitazione che non sia ne un contro forum, ne un forum
parallelo, ma proprio un grande evento legato anche con la parte più
istituzionale dei lavori.

L'ufficio stampa 06 86268353- 99 - 79 - 76

--
Rosita Grieco
Uff..Stampa Legambiente
Via Salaria 403
00199
Roma
0686268360

1208 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

EGITTO, RAPPORTO DI AMNESTY SULLA PROCURA PER LA SICUREZZA DELLO STATO

EGITTO, RAPPORTO DI AMNESTY SULLA PROCURA PER LA SICUREZZA DELLO STATO

UN MINACCIOSO STRUMENTO DI REPRESSIONE In un nuovo rapporto sull’Egitto diffuso oggi, Amnesty International ha accusato la Procura suprema per la sicurezza dello stato - responsabile delle indagini sulle minacce alla sicurezza nazionale - di abusare regolarmente delle norme antiterrorismo per annullare le garanzie sul giusto processo e perseguire migliaia di persone che hanno criticato il governo in modo pacifico
EGITTO, ESAME PERIODICO UNIVERSALE ONU: AMNESTY VA DENUNCIATA SITUAZIONE DEI DIRITTI UMANI

EGITTO, ESAME PERIODICO UNIVERSALE ONU: AMNESTY VA DENUNCIATA SITUAZIONE DEI DIRITTI UMANI

Alla vigilia dell’Esame periodico universale (Universal periodic review - Upr) cui l’Egitto si sottoporrà di fronte al Consiglio Onu dei diritti umani, Amnesty International ha chiesto alla comunità internazionale di pretendere l’immediato rilascio di manifestanti pacifici, attivisti e difensori dei diritti umani imprigionati nella spietata repressione che negli ultimi mesi ha portato in carcere oltre 3800 persone.