Venerdì, 18 giugno 2021 - ore 20.55

Svizzera.Violenza contro gli anziani

| Scritto da Redazione
Svizzera.Violenza contro gli anziani

Violenza contro gli anziani: cresce anche in Svizzera. Aumenta in Svizzera la violenza contro le persone anziane. Lo rileva UBA (Unabhängige Beschwerdestelle für das Alter), un centro che si occupa di problemi della terza età e che l'anno scorso è intervenuto circa 300 volte per aiutare anziani in difficoltà. Di questi, la maggioranza aveva riguardato il personale delle case di riposo, mentre altri episodi avevano come sfondo l'ambito domestico o privato. All'origine dei conflitti vi erano motivi finanziari (47%), violenza psichica (25%) e fisica (12%). Il numero di questi casi è nettamente aumentato negli ultimi anni, ha spiegato il direttore di UBA e uno dei motivi alla base di questa evoluzione è l’aumento costante del numero di anziani, soprattutto di quelli che vivono al loro domicilio. Spesso però, gli anziani non possono o non vogliono denunciare i maltrattamenti subiti. Per far luce su questi aspetti si sta muovendo anche la politica. Alla fine del 2010 la consigliera nazionale Bea Heim (PS/SO) ha inoltrato una mozione che invita il governo a presentare un rapporto sul tema.

(Centro Maderna)
(TicinoNews, 26 gennaio 2011)

1796 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

AISE NORVEGIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE ‘ITALIANI A TRONDHEIM’ IL 3 GIUGNO LA PRESENTAZIONE

AISE NORVEGIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE ‘ITALIANI A TRONDHEIM’ IL 3 GIUGNO LA PRESENTAZIONE

TRONDHEIM- È già presente sul web con una pagina facebook appena lanciata e si prepara a presentarsi dal vivo anche ai connazionali: parliamo dell’associazione “Italiani a Trondheim - Itat” nata – si legge sul sito web – per “perseguire le finalità di solidarietà civile, culturale e sociale volte alla promozione dell’integrazione e dell’aggregazione della comunità italiana a Trondheim e in Norvegia”.
AISE ITALIA-AUSTRIA: A TRIESTE INCONTRO FRA PARTNER TRANSFRONTALIERI

AISE ITALIA-AUSTRIA: A TRIESTE INCONTRO FRA PARTNER TRANSFRONTALIERI

Il valore aggiunto dei Gruppi Europei di Cooperazione Territoriale (Gect) nella politica di coesione post 2020 è il tema al centro dei due giorni di lavoro che coinvolgeranno istituzioni europee e partner transfrontalieri partecipanti al progetto Fit4Co Fit for Cooperation e che si svolgeranno a Trieste oggi e domani, 11 e 12 aprile, nel salone di rappresentanza del palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia in piazza Unità d'Italia.