Mercoledì, 18 maggio 2022 - ore 06.19

Tifosi Pisa, a Brescia trattati da animali

La replica: ''Rispettate le norme anti Covid''

| Scritto da Redazione
Tifosi Pisa, a Brescia trattati da animali

I tifosi del Pisa denunciano di essere stati "trattati da animali" in occasione della trasferta di ieri a Brescia, dove la squadra toscana ha giocato e vinto conquistando la vetta del campionato di Serie B.

Settore ospiti chiuso per due terzi e tutti i tifosi pisani ammassati in uno spicchio di curva. Nessun controllo green pass. Tornelli che non funzionano e nessuna distanza rispettata per impossibilità manifesta" riporta il sito "L'Arno.it".

    "Siamo tifosi e paghiamo il biglietto. Trattateci come persone non come bestie", denunciano i tifosi del Pisa.



   Brescia, rispettate le regole Covid

   "Il settore "Curva Sud Ospiti" dello Stadio Mario Rigamonti di Brescia ha una capienza al 100% di 1.029 posti a sedere. Il Club nel massimo rispetto delle normative anti Covid-19 vigenti ha aperto il Settore Ospiti al 75% consentendo l'accesso a 752 (biglietti venduti a tifosi ospiti) persone sui 770 posti a sedere disponibili in modo da garantire il distanziamento sociale ed evitare assembramenti". Lo rende noto il Brescia in una nota rispondendo agli ultras del Pisa che hanno raccontato di essere stati "trattati da animali" in occasione della trasferta di Pisa, aggiungendo che non sarebbero stati controllati i green pass al momento dell'accesso allo stadio di Brescia. "Il Brescia calcio specifica che il controllo dei Green Pass per accedere regolarmente all'impianto è stato effettuato durante il pre filtraggio e dunque verificato con minuziosità e consueta attenzione. Un piccolo mal funzionamento ai tornelli, dovuto alla lettura dei biglietti, non ha assolutamente impedito l'accesso dei tifosi ospiti nel rispettivo settore e tantomeno di verificare la corrispondenza tra documento di identità e il titolo di accesso. Brescia Calcio sottolinea il totale rispetto delle normative vigenti anti Covid-19 e la totale sicurezza dell'accesso all'impianto" si legge nella nota.(ANSA).    "Ammassati come animali, motori degli autobus accesi immotivatamente parecchio tempo prima della partenza, rendendo l'aria irrespirabile.

193 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria