Martedì, 26 marzo 2019 - ore 15.12

Una vedova allegra per il nuovo anno

Denia Mazzola Gavazzeni inaugura la nuova rassegna musicale di Ab harmoniae Onlus "Vox Armoniae" alla Sala Piatti di Bergamo

| Scritto da Redazione
Una vedova allegra per il nuovo anno

Dopo la pausa natalizia, in collaborazione con Fondazione MIA – che ne condivide il progetto - Ab Harmoniae Onlus e Denia Mazzola Gavazzeni presentano al pubblico gli auguri del Nuovo Anno con una singolare esecuzione, in Sala Piatti, dell’operetta La vedova allegra di Franz Lehar, violinista, compositore e direttore di numerose bande militari (Pola, Trieste, Budapest)

Primo degli eventi protagonisti della nuova rassegna musicale “Vox Armoniae”, creata dall’artista bergamasca per Sala Piatti, La vedova allegra (suo titolo originale Die lustige Witwe) fu composta da Franz Lehar su libretto di Victor Léon e Leo Stein e andò in scena per la prima volta al Theater an der Wien a Vienna il 30 dicembre 1905 giungendo, dopo duecento rappresentazioni, al Teatro Dal Verme a Milano nel 1907 che ne programmo’ fino a cinquecento repliche.

Considerata come il più grande successo del compositore tedesco l’opera racconta delle vicende amorose dell’ereditiera Hanna Glawari e del conte Danilo, contrapposte alle preoccupazioni del Barone Zeta, Ambasciatore del Pontevedro, di salvare la patria da sicura bancarotta con l’auspicabile matrimonio di Hanna con il pontevedrino Danilo.

Ab Harmoniae Onlus proporrà l’esecuzione dell’opera in forma scenica integrale con dialoghi in lingua italiano e con l’accompagnamento al pianoforte di Svetlana Huseynova, avvalendosi, per le parti più sinfoniche ( l’operetta fu pensata per grande orchestra) – introduzione, Ballmusik, finali d’atto, le scene romantiche di “Tace il labbro” - dei preziosi interventi del pianista compositore e direttore d’orchestra Ludovico Pelis e del violinista Paolo Artina.

Protagonista della vicenda, Hanna Glawari sarà interpretata da Denia Mazzola che firma anche la regia dello spettacolo, mentre il ruolo di Danilo sarà assegnato a Giorgio Valerio (ad esso si alternerà Corrado Cappitta per le repliche in Piemonte); Camille de Rossignol sarà interpretato da Pippo Veneziano e Valencienne da Giovanna Aquilino.

Dame dell’ambasciata e Grisettes saranno interpretate dal Dalila De Leo e da Eleonora Frigerio e Cristina Brocco, mentre il Barone Zeta e Njegus saranno affidati a Marco Marrone e Andrea Astori.

In scena il 7 gennaio 2017 alle ore 16 in Sala Piatti, Bergamo

Ingresso libero (e offerta libera gradita)

 

1034 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Bergamo Presentato il nuovo progetto di gestione dello Spazio Polaresco

Bergamo Presentato il nuovo progetto di gestione dello Spazio Polaresco

Il Progetto Negus gestirà tutti i servizi legati allo spazio Presentato questa mattina il nuovo progetto di gestione dello Spazio Polaresco, uno degli spazi comunali che negli anni è riuscito a imporsi in città come vero e proprio punto di riferimento culturale. Dopo qualche mese di chiusura, infatti, a luglio 2016 è stato pubblicato il nuovo bando di gestione dello spazio, che da qualche settimana ha riaperto le porte sotto la guida del Progetto Negus.