Giovedì, 14 novembre 2019 - ore 01.57

5 alimenti sbagliati da evitare per salvaguardare il benessere della nostra mente

Il nostro cervello è un organo che funziona esattamente come tutti gli altri, deve essere nutrito correttamente per poter lavorare al meglio.

| Scritto da Redazione
5 alimenti sbagliati da evitare per salvaguardare il benessere della nostra mente

Il nostro cervello è un organo che funziona esattamente come tutti gli altri. Certo, ha delle funzioni diverse dal cuore, o dai reni, ma proprio come loro ha un metabolismo: deve essere nutrito correttamente per poter lavorare al meglio. Quando siamo stanchi o non ci sentiamo nel pieno delle nostre capacità mentali per poter lavorare, una delle cause (possono essere tante) potrebbe essere proprio un'alimentazione sbagliata. In questa pagina cercheremo di capire quali sono gli alimenti da evitare nel nutrimento della mente, cercando nello stesso momento di assumere alimenti che non portino danni, ma solo benefici. (approfondimenti su alimentazionecorretta.info)

1. I carboidrati complessi

Il cervello può nutrirsi solamente utilizzando i carboidrati, gli zuccheri che possiamo introdurre nella nostra alimentazione sotto due forme: semplici, cioè in singole unità, e complessi, strutturati in lunghe catene che il corpo deve rompere per poterle utilizzare. I carboidrati devono essere semplici per poter essere assimilati velocemente e condotti rapidamente al cervello: via libera quindi alla frutta, che ne contiene molti, mentre è meglio evitare pane e pasta che contengono carboidrati, si, ma complessi, che il corpo ha difficoltà a rendere semplici, impiegando molto tempo e molte risorse (sangue) per riuscirci.

2. Le bevande energetiche

Le bevande energetiche contengono carboidrati semplici, per cui si potrebbe pensare che siano quanto di meglio ci possa essere per la nostra mente. In realtà non è così: il nostro cervello, infatti, non "mangia" poi così tanto, quindi non ha bisogno di tutti quei carboidrati. L'eccesso potrebbe essere usato dai muscoli, ma se facciamo un lavoro sedentario verrà trasformato in grasso e immagazzinato. E' così si ingrassa, oltre a non ottenere benefici.

3. I cibi grassi

Il nostro cervello può nutrirsi solamente con i carboidrati, e non con i grassi che invece forniscono nutrimento solo ai muscoli e ad altre cellule del corpo, ma non al cervello. Per questo, i cibi grassi devono essere evitati nell'alimentazione, specialmente negli spuntini: non solo non nutrono il cervello, ma anzi ne peggiorano le prestazioni perché la loro digestione è lunga, e come per i carboidrati viene tolto sangue dal cervello per destinarlo alla digestione, e questo fa diminuire le capacità di concentrazione (ci viene sonno).

4. Le proteine complesse

Le proteine sono componenti alimentari essenziali per il benessere della mente, ma anche in questo caso non devono essere troppo complesse da digerire, perché la digestione, come negli altri casi, porterebbe a riduzione delle capacità cerebrali. Per questo motivo, sono da preferire le proteine più digeribili (l'uovo ha le più digeribili, seguite dai latticini che peraltro contengono carboidrati semplici), evitando quelle meno digeribili tra cui carne e pesce scendendo poi agli alimenti vegetali (fagioli, ceci), che pur essendo ricchi di proteine sono difficilmente digeribili.

5. I prodotti alimentari troppo cotti

Questo vale solamente in generale, perché in certi casi (carne di pollo) è essenziale cuocere gli alimenti per poterli consumare in sicurezza. Tuttavia, se vogliamo mantenere alte le capacità del nostro cervello è sempre bene evitare i prodotti troppo cotti, perché la cottura da questo punto di vista ha due conseguenze negative: distrugge alcune sostanze importanti per il cervello (vitamine) e rende meno digeribili i prodotti, tanto di più quanto più è alta la temperatura (frittura). Per questo, quando vogliamo spingere al massimo il nostro cervello, preferiamo pasti a base di prodotti crudi: frutta e verdura sono sempre al primo posto, ma anche uova all'occhio di bue (cotto, ma con una cottura rapida) oppure pesce (anche in questo caso la cottura è rapida) ci permettono di non appesantirci fornendo al cervello quello che, veramente, è ciò di cui ha bisogno.

654 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria