Domenica, 29 novembre 2020 - ore 23.29

Come ha fatto la Francia a riprendere il controllo dell’epidemia?

Le misure prese dalla Francia per contrastare la seconda ondata di coronavirus stanno funzionando: ecco i dati e come hanno agito i francesi.

| Scritto da Redazione
Come ha fatto la Francia a riprendere il controllo dell’epidemia?

Il ministro della Salute francese Olivier Véran, dialogando con un gruppo di giornali regionali francesi, ha annunciato che la Francia ha ripreso il controllo sull’epidemia perché la diminuzione del numero di nuovi casi giornalieri di positività al coronavirus che causa la Covid-19 e il calo del tasso di incidenza portano a “credere che abbiamo superato il picco dell’epidemia”.

Il picco, dunque, sarebbe stato quello dell’8 novembre, quando furono registrati ben 86.794 nuovi contagi in un solo giorno e quando il nuovo lockdown era scattato solo da una settimana. È stato infatti il 28 ottobre 2020 che il Presidente della Repubblica Emmanuel Macron ha deciso di prendere delle misure per ridurre al minimo indispensabile i contatti e gli spostamenti su tutto il territorio francese, dichiarando il lockdown dal 30 ottobre al 1° dicembre.

 

Curva contagi Francia

Finalmente adesso cominciano a vedersi i risultati di questa decisione, che si è resa necessaria perché la Francia è stata una delle nazioni più colpite dalla seconda ondata di coronavirus. Negli ultimi otto giorni, quindi dopo quel picco, si è registrato il seguente incremento giornaliero:

– 9 novembre +38.619

– 10 novembre +19.571

– 11 novembre +22.166

– 12 novembre +34.971

– 13 novembre +32.978

– 14 novembre +23.620

– 15 novembre +32.059

A rendere meglio l’idea di come la curva stia scendendo, però, è il grafico che indica il numero di nuovi casi di coronavirus ogni milione di abitanti. Il giorno del picco, infatti, era di 840 persone contagiate ogni milione di abitanti, ieri questo numero è sceso a 425, ossia si è quasi dimezzato.

Numero di casi confermati in Francia per milione di abitanti

Il numero dei decessi è ancora alto, ma sta cominciando a rallentare e non dovrebbe eguagliare il picco della scorsa primavera, qui di seguito c’è il grafico dei decessi ogni milione di abitanti.

Numero di morti per milione di abitanti in Francia

 

 

Finora il totale dei casi in Francia è stato di 1.918.345 contagiati e i morti sono stati 43.913. La pressione sugli ospedali però sta diminuendo perché sta migliorando il saldo delle ospedalizzazioni settimanali, ossia la differenza tra ingressi e uscite in ospedale. Questo saldo è stato massimo due settimane fa, quando era di 7.554 persone in più negli ospedali, mentre adesso si è ridotto a +2.838.

Anche per quanto riguarda le terapie intensive, pur essendo ancora alto il numero degli ingressi (2.761 nell’ultima settimana) è migliorato il saldo: infatti due settimane fa il saldo era di +994, la settimana scorsa, pur essendoci stato il picco di ingressi con 3.037 nuovi ricoveri in terapia intensiva, il saldo è leggermente migliorato, scendendo a +961, mentre nell’ultima settimana, con 2.761 nuovi ricoveri in TI, il saldo è notevolmente diminuito, scendendo a +357, quindi inferiore anche a quattro settimane fa quando era di +456.

I dati dunque confermano che il lockdown, o confinement come lo chiamano i francesi, sta funzionando, ma in cosa consistono queste misure? Le regole generali, che sono poi state in qualche caso ritoccate dai singoli dipartimenti, motivo per cui ai cittadini è consigliato consultare il sito della propria prefettura, prevedono la possibilità di spostarsi, minuti di apposita autocertificazione, solo nei seguenti casi:

– per andare da casa al luogo di lavoro o di studio;

– per acquistare forniture necessarie per la propria attività professionale;

– per acquistare beni di prima necessità;

– per visite e cure che non possono essere effettuate a distanza;

– per impellenti motivi famigliari, ossia per assistere persone vulnerabili o per la custodia dei bambini;

– sono consentiti gli spostamenti a persone con disabilita e ai loro accompagnatori;

– possono essere effettuati brevi spostamenti per svolgere attività fisica, di massimo un’ora al giorno ed entro un raggio di un chilometro dalla propria abitazione. Non si può svolgere attività fisica in gruppo o nelle vicinanze di altre persone;

– ci si può sposare in caso di citazioni o incarichi giudiziari o amministrativi in un pubblico servizio

– si può partecipare a missioni di interesse generale su richiesta dell’autorità amministrativa.

In Francia sono stati chiusi tutti i bar, ristoranti e i “negozi non essenziali”, mentre sono rimasti aperti le scuole, gli sportelli dei servizi pubblici, le fabbriche e le aziende agricole.

221 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria