Martedì, 07 luglio 2020 - ore 16.44

Coronavirus Io amo profondamente il calcio. FERMIAMOLO | Giorno Barbieri (Cremona)

Non sono mai stato un grande giocatore (nessuno mi voleva in squadra, nemmeno per fare il portiere) ma mio padre ha cominciato a portarmi a vedere la Cremonese sin da bambino.

| Scritto da Redazione
Coronavirus Io amo profondamente il calcio.  FERMIAMOLO | Giorno Barbieri (Cremona)

Coronavirus Io amo profondamente il calcio.  FERMIAMOLO | Giorno Barbieri (Cremona)

Non sono mai stato un grande giocatore (nessuno mi voleva in squadra, nemmeno per fare il portiere) ma mio padre ha cominciato a portarmi a vedere la Cremonese sin da bambino.

Una passione che mi ha accompagnato per tutta la vita, una passione che poi si è sposata con la mia professione di giornalista. A tutti noi che abbiamo questa passione nel cuore fa male non poter andare allo stadio, sostenere la nostra squadra, stare con gli amici sui gradoni, berci insieme una birra fresca.

Ma siamo tutti consapevoli del momento che stiamo vivendo, comprendiamo bene che il calcio adesso non è una priorità. Noi lo capiamo, molto meno quelli che dirigono la 'baracca'. In questi giorni ho letto dichiarazioni di presidenti di società che stanno già stilando il programma degli allenamenti in vista di una ripresa dei campionati, ho letto allenatori che vogliono giocare perchè la loro squadra è in zona promozione, ho letto che anche il presidente Gravina parla di torneo a luglio ed agosto, ho letto che la Fifa vuole portare a termine le Coppe.

 E allora mi domando se sono tutti impazziti. Il 'dio denaro' vale di più della vita della gente? Non vedono le immagini dei camion militari che trasportano i morti lontano da casa perchè gli obitori sono pieni? Non si accorgono che c'è gente in ospedale che lotta per sopravvivere (e non per lo scudetto o la promozione), che ci sono migliaia di medici, infermieri e volontari in prima linea a combattere una guerra contro un nemico invisibile?

Hanno rinviato le Olimpiadi, hanno sospeso quasi tutti gli sport. Ma il calcio no, il calcio deve andare avanti. Seguendo la logica dell'incasso, dell'interesse, delle televisioni e degli sponsor. Non si rendono conto che molti giocatori sono stati colpiti dal virus e non si sa in quali condizioni potrebbero riprendere? Si parla ancora di partite a porte chiuse, l'umiliazione più profonda per questo sport. Come immaginare l'entusiasmo di chi segna un gol quando appena fuori dallo stadio c'è chi piange per un caro che se n'è andato?

E allora proprio perchè amo profondamente il calcio dico a voce alta FERMIAMOLO.

298 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online