Venerdì, 05 giugno 2020 - ore 05.13

Coronavirus Polonia: elezioni rinviate a data da destinarsi | Matteo Cazzulani, Polonia Cracovia

A quanto pare, la pratica del "finire a tarallucci e vino" va di moda anche in Polonia. Con un accordo raggiunto nella tarda notte di mercoledì, 6 maggio, Jaroslaw Kaczynski, leader di Diritto e Giustizia (PiS), il principale partito della coalizione di governo, e Jaroslaw Gowin, leader di Intesa, partito membro della compagine governativa, hanno deciso di posticipare le elezioni presidenziali a data da destinarsi.

| Scritto da Redazione
Coronavirus Polonia: elezioni rinviate a data da destinarsi | Matteo Cazzulani, Polonia Cracovia

Coronavirus Polonia: elezioni rinviate a data da destinarsi | Matteo Cazzulani, Polonia Cracovia

A quanto pare, la pratica del "finire a tarallucci e vino" va di moda anche in Polonia. Con un accordo raggiunto nella tarda notte di mercoledì, 6 maggio, Jaroslaw Kaczynski, leader di Diritto e Giustizia (PiS), il principale partito della coalizione di governo, e Jaroslaw Gowin, leader di Intesa, partito membro della compagine governativa, hanno deciso di posticipare le elezioni presidenziali a data da destinarsi.

Nello specifico, la consultazione per l'elezione del Capo dello Stato, originariamente programmata per Domenica 10 Maggio, eccezionalmente ed unicamente per via postale a causa del Coronavirus, sarà invalidata, così da permettere alla Commissione Elettorale Centrale di fissare una nuova data, probabilmente già in Giugno o Luglio.

La nuova consultazione obbligherà i candidati alle presidenziali a raccogliere nuovamente le firme necessarie per presentare la propria candidatura. Quasi sicuramente, alla nuova consultazione prenderanno parte i candidati che finora hanno partecipato alla campagna elettorale: il Presidente uscente Andrzej Duda, sostenuto dalla coalizione di governo Destra Unita (Duda è stato esponente di spicco di PiS, destra sociale); Wladyslaw Kosiniak-Kamysz del Partito Contadino (PSL); Robert Biedron della Sinistra; Krzysztof Bosak della Confederazione (nazionalista liberale) e l'indipendente Szymon Holownia (centro-sinistra).

In forse è la partecipazione di Malgorzata Kidawa-Blonska della Piattaforma Civica (PO, centro-destra), in picchiata nei sondaggi nonostante il suo partito sia la seconda forza in parlamento.

Il rinvio delle elezioni presidenziali pone fine ad una crisi interna alla maggioranza. Kaczynski, da un lato, ha fatto pressione affinché il voto avvenisse in Maggio - con tutta probabilità per favorire Duda, nettamente in testa nei sondaggi-. Dall'altro, Gowin, assieme alle opposizioni, si è opposto a tale disegno, fondando la sua posizione su obiezioni di carattere logistico-sanitario.

Lo scontro ha vissuto la sua climax in due fasi. Il 6 Aprile scorso, con un blitz parlamentare in tarda notte, Kaczynski ha forzato un voto per consentire lo svolgimento delle elezioni unicamente per via postale. Il 5 Maggio, il leader di Diritto e Giustizia ha minacciato di escludere Intesa dalla maggioranza, facendo ipso facto cadere il governo, qualora Gowin non avesse votato a favore del provvedimento in seconda lettura.

Qualora il governo polacco fosse caduto, la Polonia sarebbe stato il primo paese a sperimentare una crisi politica ed istituzionale per causa del Coronavirus.

Ad oggi, i casi di Coronavirus registrati in Polonia sono 14.740, con 733 vittime.

Matteo Cazzulani, Polonia Cracovia

7 maggio 2020

323 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online