Sabato, 06 marzo 2021 - ore 23.45

PUNTO CREMONESE: luci e le ombre del calciomercato grigiorosso, diamo un voto

Acquisti mirati e mancate cessioni che hanno influito su un altro colpo di mercato. Pecchia punta sui ‘giovani’, ma sopratutto cerca conferme dalla ‘vecchia guardia’

| Scritto da Redazione
PUNTO CREMONESE: luci e le ombre del calciomercato grigiorosso, diamo un voto

Dopo l'avvicendamento sulla panchina di Pecchia al posto di Bisoli, ci si aspettava molto, tanto per cambiare, dal calciomercato invernale per raddrizzare una situazione al giro di boa del campionato cadetto, piuttosto scomoda ed infelice.

In quest'ottica va dato merito a Braida di aver anticipato il mercato e scelto un allenatore con cui confrontarsi e non gettarsi lo sbaraglio, dandogli il tempo di rivalutare la rosa in essere, permettendo di muoversi in modo oculato sul mercato.

La prima mossa è stata trovare un portiere che desse sicurezza e garanzie alla squadra, il prestito dell’atalantino Carnesecchi, giovane portiere titolare dell’ Italia U21, ha già dimostrato di poter ampiamente assolvere a queste prerogative.

In difesa, al netto dei giocatori in attesa di uscire dall’infermeria (vedi Fornasier, Fiordaliso e Crescenzi) si cercava un giocatore che potesse garantire la copertura di almeno due ruoli. In prima battuta si era parlato dell’esperto Cacciatore, idea abbandonata forse per il fatto del suo stato di inattività e sulla tenuta fisica o forse più verosimilmente dal fatto che mister Pecchia abbia fatto una telefonata al suo ex pupillo della Juventus U23 Coccolo. Braida ha fatto il resto e se lo è visto recapitare al Centro Arvedi accompagnato e garantito niente meno che da Totti.

Il centrocampo grigiorosso è sempre stata ‘l’opera incompiuta' di questa squadra in questi anni. Nel mezzo del campo mancava una marcia che desse più velocità di manovra. Trovato il tassello mancante Braida non si è fatto pregare ed ha chiuso a titolo definitivo per Bartolomei dello Spezia, poco utilizzato in questa stagione dai liguri. E' bastata una partita per apprezzarne le qualità ed i benefici di intendizione  e manovra,  permettendo a Castagnetti di essere più incisivo in fase di costruzione. 

In seconda battuta Pecchia, in funzione del modulo che predilige (4-3-1-2), avrebbe gradito 2 esterni d’attacco (sinistro/destro). La prima scelta è stato Jaime Baez, arrivato a titolo definitivo con una trattativa lampo, eclettica mezzala uruguaiana del Cosenza capace di garantire assist e qualche gol. Per il lato destro del campo si erano fatti dei nomi, ultimo dei quali di Edera del Torino (poi finito alla Reggina), ma alla fine per quella posizione si è desistito, probabilmente perchè Valzania, Nardi ed all’occorrenza Zortea, possono garantire una buona copertura del ruolo.

Arriviamo all’attacco, cruccio eterno della nostra amata Cremonese: i tifosi e probabilmente non solo loro, si aspettavano un attaccante in grado di andare in doppia cifra e portarci nella parte alta della classifica, ma la recente storia ci ha insegnato che il calciomercato invernale, salvo casi eccezionali (vedi Iemmello) offre ben poco. Chi li ha se li tiene (salvo il caso del Pordenone con Diaw) e chi resta sul mercato lo si paga a caro prezzo e senza garanzie (vedi gli acquisti del gennaio scorso di Ciofani e Ceravolo). Cosi dopo un breve sondaggio con il Lecce per Pettinari (per un eventuale acquisto a titolo definitivo legato a doppio filo dalla cessione di Ceravolo) ha bussato alla porta di Paolo Maldini e si è aggiudicato il prestito della diciannovenne promessa Colombo. Aggregato in diverse occasioni alla prima squadra rossonera, autore di un gol in Europa League, con l'arrivo di Mandzukic, si è visto sbarrare la strada e perdere le speranze di giocarsi anche solo quel che ritaglio di partita nella massima serie.

Qualcuno ha storto il naso: troppo giovane, troppo acerbo, poca esperienza. Lo vedremo, ma resta il fatto che Pecchia i giovani li sa utilizzare e valorizzare (con la Juventus U23 ha vinto una Coppa Italia di Serie C) e che dopo essersi svenati per giocatori a fine carriera di cui il valore e l'apporto non è garantito, forse vale la pena puntare su un giovane con forti motivazioni e voglia di giocare. A Ciofani, Strizzolo e Ceravolo andrà la responsabilità di aiutare a crescere questa promessa del calcio e sopratutto di mandarlo a rete.

Alla pagina uscite/incassi, se si eccettua il prestito del giovane Girelli alla Pergolettese, rimangono due belle ‘X’.

Fin dal primo giorno si era parlato di sfoltire la rosa dei portieri: uno tra Alfonso (partito titolare subito messo in discussione) e Volpe (un buon secondo portiere che però vista l’età, potrebbe ambire a giocare titolare) sembravano dover lasciare Cremona. Alla fine non se ne è fatto niente e restano in rosa e sul libro paga della società di via Postumia.

Un altro 'cerino spentosi' tra le dita di Braida è quello di Ceravolo: arrivato a titolo definitivo (ed a caro prezzo) lo scorso mercato di riparazione, è finito prima in panchina poi ai margini della rosa con Bisoli prima e con Pecchia ora.

Dati alla mano molto meno utile ed appariscente di Ciofani, che sebbene abbia deluso le aspettative è parso molto più attivo ed in alcuni casi incisivo, Ceravolo era finito nella lista 'Partenze': Pescara e Catania pare avessero sondato il campo, ma come ha confermato lo stesso Braida, l'attaccante calabrese ha declinato le offerte.

Morale della favola, mister Pecchia si ritrova a dover gestire un’alternativa che pone qualche dubbio sulla sua effettiva utilità e sopratutto la società per il mancato guadagno, che con molta probabilità avrebbe permesso di portare Pettinari a Cremona a sostituirlo.

Tirando le somme e volendo dare un voto a questo ennesimo tentativo di raddrizzare la barca in un calciomercato invernale, un 6,5 appare più che giusto, il mezzo punto in meno è dovuto alla mancata cessione di un portiere ed un attaccante che avrebbero con molta probabilità incentivato un’ulteriore sforzo economico per portare un laterale destro od una punta di valore.

ACQUISTI - Carnesecchi (p, Atalanta, prestito), Bartolomei (c, Spezia, definitivo), Colombo (a, Milan, prestito), Coccolo (d, Juventus, prestito), Baez (a, Cosenza, definitivo)

CESSIONI - Girelli (c, Pergolettese, prestito)

 

-Gazzaniga Daniele-

482 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria