Giovedì, 14 novembre 2019 - ore 01.51

Referendum Costituzionale Basta un Si Philadelphia 2 ottobre 2016

Pasquale Nestico, Presidente del Pd italiano negli States e Segretario del Circolo Pd di Philadelphia, organizzatore dell' evento, ha dichiarato quanto fosse importante dibattere il tema delle riforme costituzionali, sostenendo il Si al referendum in un dibattito libero e democatratico dove potessero trovare spazio anche opinioni diverse e contrarie.

| Scritto da Redazione
Referendum Costituzionale Basta un Si Philadelphia 2 ottobre 2016 Referendum Costituzionale Basta un Si Philadelphia 2 ottobre 2016 Referendum Costituzionale Basta un Si Philadelphia 2 ottobre 2016

Si e' svolta recentemente a Philadelphia un appuntamento  nordamericano,  organizzato dal locale Circolo del Partito Democratico US,  in occasione della campagna referendaria per il Si che ha visto come protagonista il  Senatore Roberto Cociancich, esponente del PD e componente della Commissione Affari Costituzionali della Camera. Cociancich dopo aver sostenuto Matteo Renzi nella campagna per le primarie  nel 2012 e nel 2013, si e' distinto nel corso del dibattito sulle riforme costituzionali al Senato e per aver presentato diversi emendamenti volti a rafforzare la dimensione europea del Senato. Uno in particolare (definito "canguro" dalla stampa]) ha precluso la discussione di diverse migliaia di emendamenti ostruzionistici presentati dalle opposizioni, consentendo un'approvazione più rapida del testo.

Pasquale Nestico, Presidente del Pd italiano negli States e Segretario del Circolo Pd di Philadelphia, organizzatore dell' evento, ha dichiarato quanto fosse importante dibattere il tema delle riforme costituzionali, sostenendo il Si al referendum in un dibattito libero e democatratico dove potessero trovare spazio anche opinioni diverse e contrarie. Un dibattito che dovrebbe entrare nel merito delle questioni poste dal referendum  e non pro o contro Matteo Renzi, la cui spinta innovatrice dovrebbe essere sostenuta dopo anni di instabilita’ politica che ha portato ad avere ben 63 governi in 70 anni di vita repubblicana con ben 27 presidenti del Consiglio. Facendo un parallelo con le Assemblee parlamentari degli Stati Uniti ha elogiato una riforma che riduce fortemente il numero dei parlamentari e conseguentemente i costi della poltica.

Cociancich ha evidenziato la forte perdita' di credibilita' dell Italia all estero a causa di anni di immobilismo politico e per il pesante  debito pubblico che grava su tutti gli italiani. Ha sottolineato che l’altro elemento che rende l’Italia un paese ancora arretrato e' una burocrazia che impedisce la modernizzazione del paese e infine una tassazione eccessiva che grava sui cittadini e sulle imprese. Un insieme di ostacoli che impedisce al sistema Italia di crescere.

Alla fine dell'incontro il Sen.Cociancich ha dichiarato : " E' stata una giornata intensa con un dibattito ricco di domande e curiosità intelligenti da parte dei nostri connazionali che hanno costituito una comunità forte, solidale e coesa. Anche da chi è così lontano da casa non viene meno il desiderio di contribuire al successo del nostro paese e di vederlo più semplice, meno burocratico e più giusto. In altre parole un Paese capace di stare a testa alta tra le altre nazioni e, grazie ad una organizzazione più moderna, di superare tanti pregiudizi che rendono più amara la vita degli Italiani che vivono all'estero . Un grazie particolare a Pasquale Nestico e a tutta la sua squadra che ha reso questo soggiorno per me e mia moglie indimenticabile.

666 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online