Lunedì, 22 aprile 2019 - ore 22.01

Rubriche News » Il Blog di Giancarlo Storti

Per Cuperlo ‘la vera prova è ricostruire il centrosinistra di governo'. E Renzi non ha tenuto unito il PD

Ripropongo alcune frasi di Gianni Cuperlo- che nella campagna congressuale del PD sostiene Orlando- che mi fanno riflettere e che mi lasciano presagire che nonostante la vittoria di Renzi che si profila con nettezza il dibattito all’interno di questo partito non si sia chiuso con l’uscita di Speranza , Rossi ed altri. Il tema srà quale alleanze o larghe intese o un centro sinistra allargato. Ed il non ho dubbi: va ricostruito un centro sinistra di governo.

Voucher, appalti e articolo 18 : la Cgil Vince 2 a 1 con il Governo di Gian Carlo Storti

Insomma ogni tanto qualche soddisfazione. La Cgil in questo ultimo anno è riuscita a porre al centro dell’agenda politica il tema del lavoro con la raccolta di firme su tre referendum abrogativi ( articolo 18, appalti e voucher) e la proposta di leggere sulla nuova Carta dei Diritti dei Lavoratori. La partita di andata si chiude 2 a 1 per la Cgil. Ora nella partita di ritorno sarà necessario lavorare per l’approvazione del nuovo statuto dei lavoratori.Il referendum del 28 maggio non ci sarà più.

Minzolini non decade . Questa notizia mi ha turbato di Gian Carlo Storti

Con 137 sì, 94 no e 20 astenuti, il Senato ha approvato un ordine del giorno presentato da Caliendo (Forza Italia), che respinge la proposta presentata dalla Giunta per le elezioni di dichiarare decaduto il senatore Augusto Minzolini, condannato per peculato, in base alla legge Severino.

Sono d’accordo con Prodi e Letta : la scissione nel PD è un suicidio di Gian Carlo Storti

Sulla scissione nel PD ho già detto la mia: non sono d’accordo. Mi confortano le opinioni di Prodi e Letta ( che avrebbero forti motivi di risentimento verso Renzi) che lucidamente colgono il punto: è necessario rimanere nel PD e contrastare le politiche del suo segretario dal suo interno. Auspico del resto che nasca una cordata di ‘ sinistra’ gestista da Orlando, Damiano e Cuperlo e che sfidi Renzi al congresso.

Il racconto di Nonna Barbara sul 2 giugno 1946 nel libro ‘900 della storia di Cremona di Gian Carlo Storti

Ogni tanto qualche soddisfazione. Il racconto di mia nonna Barbara Canesi (nata nel 1897 a Pontevico) sulla giornata del 2 giugno 1946- che ho pubblicato sul sito-è stato citato nel libro Storia di Cremona ‘ Il Novecento’ a pagina 122. Nulla di che. Una semplice testimonianza di una donna straordinaria, socialista, antifascista e poi comunista felice di votare per la prima volta che ha tenuto alta la bandiera della democrazia e che ci ha aiutato a crescere. Un caloroso ringraziamento agli autori

Scissione nel PD ? Io non esco di Gian Carlo Storti

Dopo la super-sconfitta al referendum Renzi( di cui è il principale responsabile) ha fatto bene a dimettersi da premier e di passare la mano a Gentiloni persona che ha uno stile diverso ed una cultura politica che affonda le sue radici nel cattolicesimo di sinistra. Insomma stè Gentiloni meno 'slaidista' non dispiace. Avrebbe dovuto dimettersi anche da segretario del PD ascoltando i numerosi consigli del 'popolo sovrano ' e di molti deputati ed andare prima al congresso e poi al voto.

Stop agli immigrati in Usa, tutti contro Trump

Proteste e caos negli aeroporti "No" corale al giro di vite voluto dal miliardario, neo presidente USA: un giudice ha bloccato lʼordine di espellere i rifugiati che provengono dai sette paesi a maggioranza islamica. Diversi leader mondiali si stanno dicendo contrari a questa sua politica.

Buon Natale e Buon 2017 Accoglienza ed integrazione Ha ragione la Merkel di Gian Carlo Storti

Il periodo di Natale, anche per noi non credenti, ci porta a riflettere sull’anno che è stato e che sarà. Quest’anno queste festività sono state segnate da un’altra strage questa volta a Berlino. Un altro attacco alle nostre libertà ed al modo di vivere occidentale . Il presunto attentatore è stato freddato da giovani poliziotti italiani a Sesto San Giovanni.Il cerchio sembra chiuso ma così non è.

Assemblea PD a Roma Renzi Propone il Mattarelum ed il Congresso a scadenza naturale di ottobre

Il Pd deve ripartire dai contenuti dopo la sconfitta al referendum: Matteo Renzi analizza la vittoria del No, non indica una data per la prossima campagna elettorale, esclude di portare subito il Pd al congresso e chiede alle forze politiche di lavorare assieme sulla nuova legge elettorale proponendo il Mattarellum rallentando sulla data del voto.

Cremona Presepio al cimitero Dopo le polemiche si farà di Gian Carlo Storti

Si vede proprio che al dì là delle parole sull’accoglienza e sull’integrazione non siamo ancora pronti e siamo orientati a difendere la nostra identità facendo sentire i cittadini non cattolici di serie ‘B’. Per fortuna che ci sono uomini della chiesa come Don Braggiè.

Referendum Perché hanno vinto i NO di Gian Carlo Storti

Certo è più facile aggregare i NO che ottenere dei SI , ma credo che il Partito Democratico debba riflettere profondamente sulle politiche economiche e sociali che il governo Renzi ha realizzato. Tradotto vi è uno scarto incredibile fra la ‘narrazione renziana’ e la realtà del paese. Questo è il punto

Il ‘Gattile ‘ di Cremona va spostato. E’ questa l’opinione del 49,06% dei votanti

Il tema dello spostamento del ‘Gattile di Cremona’ in altro luogo della città fa discutere. Molti i commenti da quelli più saggi a quelli estemporanei. In tutte le riflessioni però una preoccupazione e che cioè ‘il gattile a Cremona’ serve e un grazie corale viene espresso ai volontari che li seguono. Critiche , come ovvio, all’amministrazione che non opera abbastanza in questa direzione.

Eutanasia dei minori in fase terminale. Il sondaggio ha detto SI al 65,63%

In Belgio è stata praticata l’eutanasia su una persona minore di 18 anni, che era malata terminale. Il mondo cattolico è insorto con il cardinal Bagnasco (Cei) che ha affermato : ‘La vita è sacra e va sempre accolta’. Nel sondaggio sul nostro sito-per la verità ad oggi poco partecipato- hanno prevalso i si con il 65,63%.

Sondaggio L’87,71% è d’accordo che Amatrice abbia querelato Charlie Hebdo per le vignette sul terremoto

Il Comune di Amatrice ha depositato nei giorni scorsi presso la procura del tribunale di Rieti, una denuncia-querela per diffamazione aggravata relativa alla vicenda delle vignette pubblicate dal periodico francese Charlie Hebdo. Nel sondaggio che la lanciato il nostro sito l’87% ritiene che il sindaco del paese terremotato abbia fatto bene a querelare il giornale francese
Petizioni online
Sondaggi online