Sabato, 21 maggio 2022 - ore 09.12

Tangenzialina, dubbi e problemi nuovi, parlano i sindaci

Cremasco. Tangenzialina, le reazioni

| Scritto da Redazione
Tangenzialina, dubbi e problemi nuovi, parlano i sindaci

(Valentina Ricciuti) Tangenzialina, che pensare? I sindaci dei paesi nei quali passa il tracciato che dovrebbe risolvere i problemi di traffico, specie pesante, all'interno degli stessi, hanno visto il percorso che si ipotizza nel progetto e che, a parere di alcuni, forse non risolverà i problemi e per altri ne creerà di nuovi.

Per il sindaco di Campagnola, comune più impattato dal tracciato dell’opera, sono evidenti almeno due criticità:  “Dobbiamo evitare l’isolamento delle nostre attività commerciali che vivono anche grazie al passaggio sull’attuale S.P. 19. Per noi è fondamentale che il tratto in prossimità del sovrappasso di 4 m, rimanga aperto anche al traffico veicolare, con esclusione dei mezzi pesanti. Non possiamo permetterci di tagliare fuori un paese - ha rimarcato Agostino Guerini Rocco .- Il secondo aspetto, non meno importante, è quello della sicurezza e vivibilità dei cittadini. Per questo, in prossimità della rotonda verso il comune di Cremosano, chiederemo che venga garantita la mobilità dolce, vista l’alta affluenza di ciclisti che caratterizza questo itinerario”. 

E la preoccupazione per la sicurezza è condivisa anche dal sindaco di Capralba, Damiano Cattaneo, che da sempre chiede che venga vietato il transito ai mezzi pesanti sulla S.P. 19 dalla rotonda verso il centro abitato. “Sappiamo che con il cambio di viabilità aumenterà il traffico e questo non deve incidere sul nostro centro cittadino che presenta restringimenti, un passaggio a livello con linee aeree elettriche e marciapiedi sottodimensionati in alcuni tratti. Abbiamo già segnalato alla Provincia che questa condizione è per noi una premessa vincolante sulla realizzazione dell’opera.” 

 

Il sindaco di Cremosano, Marco Fornaroli, condivide queste osservazioni e si augura un forte coinvolgimento da parte della Provincia: “L’attraversamento della nuova rotonda all’intersezione con la strada bassa per Cremosano dovrà tener conto della sicurezza di chi proviene dai centri abitati dei nostri paesi. La tangenzialina dovrà inoltre armonizzarsi con il progetto della ciclabile di Cremosano-Campagnola-Pianengo sostenuto dalle amministrazioni comunali”.

Infine Ilaria Dioli, sindaco di Casaletto Vaprio, ci restituisce una visione sovracomunale più ampia portando al centro del dibattito anche il consumo di suolo e l’impatto ambientale.

“Dobbiamo raggiungere una soluzione ideale e di reale utilità, tenuto conto che vengono utilizzati soldi pubblici. Occorre dare una risposta alla collettività nel rispetto dell’ecosistema, della biodiversità e delle caratteristiche paesaggistiche e idriche del nostro territorio. Per questo ritengo prioritario confrontarmi con il Consiglio Comunale e con i miei colleghi Sindaci e portare in Provincia delle osservazioni congiunte che racchiudano le esigenze delle nostre comunità”.

 

517 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria