Martedì, 19 febbraio 2019 - ore 09.35

(Video) Report 12/01/2019 Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia :Treni, TAV, Voucher

TRENI: PILONI (PD): PORRE FINE ALL’EMERGENZA , È NECESSARIA UN GARA PUBBLICA; INFRASTRUTTURE: MARTEDÌ IN CONSIGLIO REGIONALE MOZIONE DEL PD SU TAV; Voucher per persone anziane fragili e per persone disabili

| Scritto da Redazione
(Video) Report 12/01/2019 Matteo Piloni (PD)  Dalla Regione Lombardia :Treni, TAV, Voucher (Video) Report 12/01/2019 Matteo Piloni (PD)  Dalla Regione Lombardia :Treni, TAV, Voucher


Report 12/01/2019 Matteo Piloni (PD)  Dalla Regione Lombardia :Treni, TAV, Voucher

TRENI: PILONI (PD): PORRE FINE ALL’EMERGENZA , È NECESSARIA UN GARA PUBBLICA; INFRASTRUTTURE: MARTEDÌ IN CONSIGLIO REGIONALE MOZIONE DEL PD SU TAV; Voucher per persone anziane fragili e per persone disabili

TRENI: PILONI (PD): “PER PORRE FINE ALL’EMERGENZA È NECESSARIA UN GARA PUBBLICA EUROPEA”.QUESTA MATTINA CONVEGNO DEL PD IN REGIONE CON I PENDOLARI, TRENORD E RFI: “Per porre fine all’emergenza è necessaria prima di tutto riconoscerla con onestà e gestirla come tale. La situazione attuale deriva da responsabilità politiche chiare, ossia dal ventennio di politiche miopi della Lega e delle destre. Serve nel breve periodo farsi aiutare da altre regioni e, dove si può, dall’Europa e in prospettiva avviare le condizioni per una gara pubblica europea per trovare partner internazionali privati che portino investimenti sul materiale rotabile”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale Matteo Piloni, a margine di un convegno organizzato dal Pd sull’emergenza trasporti in Lombardia, che si è tenuto al belvedere di Palazzo Pirelli. “In Lombardia - continua il Consigliere - la domanda di trasporto ferroviario è in forte crescita, non solo nelle grandi città ma anche nei centri minori. Questo perché la regione, trainata soprattutto da Milano ma non solo, sta diventando sempre più attrattiva e di conseguenza la domanda di mobilità sarà sempre più alta. La domanda di trasporto ferroviario e di mobilità pubblica è in forte e continua crescita, dunque limitare il trasporto ferroviario solo ad alcune aree non è una buona soluzione. Per questo, oltre che indire una gara europea, è necessario che la Regione investa sulla rete, come non ha fatto negli ultimi anni, e non solo sulla mobilità su gomma che ha un impatto ambientale molto più alto. A tal proposito è quanto mai necessario dar corso agli investimenti che Rfi ha previsto, tra i quali il raddopio del binario sulla linea Cremona-Mantova, verso Milano. E questo nonostante i pesanti tagli che il Governo ha previsto in manovra”.

Il Pd regionale lancia, infine, la campagna “Adotta una stazione”. Dall’11 febbraio prossimo   si potranno inviare segnalazioni  o foto di stazioni che richiedano interventi di riqualificazione urgente che saranno trasmessi ai gestori delle stazioni e alla Regione.

(Nella foto il consigliere Matteo Piloni, l'assessore Alessia Manfredini e il rappresentante dei pendolari Matteo Mambretti)

Milano, 12 gennaio 2019

-------------------------

INFRASTRUTTURE: MARTEDÌ IN CONSIGLIO REGIONALE MOZIONE DEL PD SU TAV E PRIORITA' LOMBARDE PILONI (PD): “QUESTO GOVERNO HA EREDITATO MILIARDI MA STA FACENDO DAVVERO POCO”

 Il gruppo regionale del Pd ha depositato una mozione, che sarà discussa martedì in Aula, per chiedere che la Regione prospetti al Governo le priorità infrastrutturali della Lombardia, a partire dalla TAV, dalla messa in sicurezza della rete stradale regionale e locale, fino al potenziamento della rete ferroviaria regionale. Il Pd chiede anche di garantire la riapertura dei cantieri di Pedemontana e il completamento dell'opera tenendo conto delle sollecitazioni dei territori e della compatibilità ambientale.

“Sulle infrastrutture – dichiara il consigliere Matteo Piloni - questo Governo ha ereditato dal precedente una dotazione di 150 miliardi e un impegno preso con la Lombardia, con il Patto siglato nel 2016 da Renzi e Maroni, di 10 miliardi e 750 milioni, ma nella sua prima manovra, soprattutto per la Lombardia, c'è davvero molto poco. Anche il freno tirato sulla realizzazione della Tav Torino Lione, parte del corridoio europeo Lisbona Kiev, è per la Lombardia un grosso motivo di allarme. Il Consiglio regionale si deve esprimere in modo chiaro, per rappresentare al Governo una posizione quanto più unitaria per rivendicare la necessità di potenziare le infrastrutture strategiche per la nostra regione”.

Milano, 11 gennaio 2019

----------------

Voucher per persone anziane fragili e per persone disabili (link)

Interventi finalizzati a garantire alle persone anziane, in condizione di vulnerabilità socio-economica, di permanere al proprio domicilio consolidando i livelli di relazioni sociali, e azioni per implementare, in persone disabili giovani ed adulte, le abilità finalizzate all’inclusione sociale ed allo sviluppo dell’autonomia personale.

Destinatari

* Persone anziane:

  • di età uguale o superiore a 65 anni;
  • con reddito ISEE di riferimento uguale o minore a 20.000 euro annui;
  • che vivono al proprio domicilio.

Tali persone si caratterizzano per la prima o entrambe delle seguenti caratteristiche:

  • compromissione funzionale lieve ovvero condizioni che possono comportare una minore cura di sé e dell’ambiente domestico, nonché povertà relazionale intesa come rarefazione delle relazioni familiari, progressiva scomparsa dei rapporti di amicizia e di vicinato, ecc. con conseguenti importanti effetti dal punto di vista del decadimento psico-fisico;
  • essere caregiver di familiari non autosufficienti con necessità di sollievo e supporto per mantenere una adeguata qualità della vita.

*Giovani e adulti con disabilità a forte rischio di esclusione sociale:

  • di età pari o superiore a 16 anni;
  • con reddito ISEE di riferimento uguale o minore a 20.000 euro annui;
  • con un livello di compromissione funzionale che consente un percorso di acquisizione di abilità sociali e relative all’autonomia nella cura di sé e dell’ambiente di vita, nonché nella vita di relazioni;

Tali persone devono caratterizzarsi inoltre per la presenza di:

  • livelli di abilità funzionali che consentano interventi socio educativi volti ad implementare le competenze necessarie alla cura di sé;
  • un livello di capacità per lo svolgimento delle attività della vita quotidiana che consenta interventi socio educativi e socio formativi per sviluppare/implementare/riacquisire: abilità relazionali e sociali;abilità da agire all’interno della famiglia o per emanciparsi da essa; abilità funzionali per un eventuale inserimento/reinserimento lavorativo.

Risorse disponibili

Le risorse sono pari a €  6.480.000.

Caratteristiche dell’agevolazione: Contributo a fondo perduto attraverso l’erogazione di voucher per 12 mesi, per un ammontare complessivo di € 4.800,00 a persona.

Tempi e modalità di presentazione delle domande

I cittadini interessati possono presentare domanda di ammissione all’iniziativa presso il Comune/Ambito del territorio di appartenenza, secondo le indicazioni da questi fornite, a partire dal 17 gennaio 2019 e per i dodici mesi successivi. La richiesta sarà esaminata con procedura valutativa a sportello.

Informazioni e contatti

Qualsiasi informazione relativa ai contenuti del Bando e agli adempimenti connessi potrà essere richiesta all’indirizzo email: asseinclusionefse@regione.lombardia.it.

Matteo Piloni,  Consigliere regionale Pd

 ---------------------

( vedi anche allegati) 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

Allegato PDF 2

321 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online