Giovedì, 19 maggio 2022 - ore 17.49

Bergamo: Allagamenti nel quartiere di Santa Lucia

Il Comune progetta una vasca di laminazione da oltre 3000 metri cubi

| Scritto da Redazione
Bergamo: Allagamenti nel quartiere di Santa Lucia

Il Comune di Bergamo prosegue nel piano di adattamento della città ai cambiamenti climatici: alle rare piogge invernali corrispondono – da qualche anno a questa parte – straordinarie precipitazioni concentrate in poche decine di minuti nei mesi estivi, con conseguenti allagamenti di alcune aree della città sotto le quali scorrono varie rogge e corsi d’acqua.

Dopo gli interventi sul quartiere di Longuelo (nel quale sono ancora in corso i lavori per lo scavo della vasca di laminazione della valle d’Astino) e sul Villaggio degli Sposi, entrambi interessati dall’allagamento del luglio 2016, Palazzo Frizzoni avvia l’iter per la realizzazione di una grande vasca di laminazione anche nel quartiere di Santa Lucia, più precisamente nell’area di via dello Statuto angolo via Grataroli, di fronte al Comando Provinciale della Guardia di Finanza e in corrispondenza dell’area parcheggio pubblico.

Proprio in questa zona, negli anni scorsi, la presenza sotterranea della Roggia Curna, in occasione delle cosiddette “bombe d’acqua” ha causato più di un allagamento sul piazzale: un problema a cui il Comune ha deciso di ovviare tramite la realizzazione di una vasca di 3130 metri cubi di volume, lunga 76 e larga 7 metri per 6,5 metri di altezza (la profondità complessiva di scavo varia tra 8,5 e 9,5 metri). Un intervento di questo genere, il cui progetto di fattibilità è stato approvato giovedì scorso dalla Giunta del Comune di Bergamo, potrebbe essere risolutivo per quel che riguarda quest’area della città.

Molto importante il valore di questo intervento e di tutte le opere idrauliche necessarie alla sua realizzazione, valore che si aggira intorno ai 3,4milioni di euro.

“Questo progetto – spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla – è parte di un piano più ampio di mitigazione degli effetti dei cambiamenti climatici nell’area, ma rappresenta un’ambiziosa risposta alle bombe d’acqua e alle conseguenze che queste generano nel quartiere di Santa Lucia. Nell’ambito del progetto Cli.C., avviato dal Comune nei mesi scorsi, vi è anche un grande intervento di de-pavimentazione della zona intorno alle piscine Italcementi, con l’obiettivo di creare maggiore permeabilità delle superfici dell’area, riducendo l’impatto delle piogge torrenziali sulla roggia Curna sotterranea e sul sistema fognario di Santa Lucia. Ora proseguirà l’iter progettuale, che dovrà essere tradotto in progettazione definitiva ed esecutiva prima di poter essere appaltato e concretamente realizzato, ma penso che sia molto importante aver avviato l’iter per un’opera così importante per il quartiere e per le funzioni che vi sono insediate: penso alla scuola Santa Lucia, alle stesse piscine Italcementi, ma anche l’Accademia della Guardia di Finanza e le attività commerciali lungo largo Barozzi.”

 

--

160 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria