Domenica, 23 gennaio 2022 - ore 00.31

‘PONTI & ATTRAVERSAMENTI’ Soncino (Cr): XVI Giornata Europea Cultura Ebraica 6 Settembre 2015

Il 6 Settembre 2015 si svolge anche a Soncino la XVI Giornata Europea della Cultura Ebraica dal tema‘PONTI & ATTRAVERSAMENTI’

| Scritto da Redazione
‘PONTI & ATTRAVERSAMENTI’ Soncino (Cr):  XVI Giornata Europea Cultura Ebraica  6  Settembre 2015

Anche quest’anno il Museo della Stampa-Casa stampatori Soncino aderisce, proponendo il programma sotto indicato.

Alle ore 10,00 nella sala Consigliare del Comune di Piazza Garibaldi,1 daremo inizio alle celebrazioni, con il saluto delle autorità presenti, a seguire gli interventi di:

-Raffaello Zini che introdurrà il tema della giornata “Ponti & Attraversamenti”:“dialogo ebraico – cristiano”

-Alberto Jona Falco che interverrà sul museo Museo di Arte Ebraica Italiana U. Nahon di Gerusalemme:  “Da Soncino a Gerusalemme: Attraversamento di un ponte virtuale“

-Francesco Pagliari illustrerà il progetto “Beati Gli Invitati”

-Mirko Rossi  tratterà il tema “M.O.eSe. Ponte tra culture”

-Angelo Loda Conservatore del M.A.C.S. che introdurrà infine il percorso espositivo “Il Vino. Frutto della vite, sangue di redenzione”

Seguirà - ore 11,30 circa presso le sale del Museo della Stampa l’esposizione del percorso culturale  “SHABBAT. Il vino nella cultura ebraica” a cura del Dott. Aldo Villagrossi  e la visita all’ “VIII Biennale di Soncino, a Marco” dell’Associazione Quartiere 3

Si segnalano inoltre:

-Sabato 12 Settembre ore 17,00 presso Museo della Civiltà Contadina di Offanengo –   Inaugurazione del percorso espositivo “Vino e le vecchie osterie”

-Dal 1 Agosto al 1 Novembre presso il Museo di Arte e Cultura Sacra, Romano di Lombardia il percorso espositivo: “IL VINO. Frutto della vite, sangue di redenzione”..

-Domenica 17 Ottobre – ore 21,00 Museo del Risorgimento di Soncino                                                   Spettacolo teatrale “Vuoti di memoria” della Compagnia Brincadera presso l’EX Filanda Meroni.

PONTI & ATTRAVERSAMENTI:  Sono passati sedici anni dalla prima Giornata Europea della Cultura Ebraica: da allora, centinaia di migliaia di persone hanno avuto l’opportunità di conoscere alcuni aspetti della cultura e della tradizione ebraica, e di scoprire per la prima volta sinagoghe, musei, quartieri ebraici, antiche “giudecche” e tanti altri siti e percorsi. Un patrimonio di grande interesse culturale, storico, archeologico, architettonico e artistico, non sempre conosciuto e valorizzato, parte integrante della storia d’Italia e d’Europa.

Molto stimolante è il tema “Ponti & AttraversaMenti”, scelto quest’anno quale “fil rouge” degli appuntamenti nelle tante località che aderiscono alla Giornata. Sarà l’occasione per parlare di confronto tra identità, anche all’interno dell’ebraismo stesso, così eterogeneo e ricco di diversità; e per scoprire, grazie a “ponti ideali” che saranno presenti in tutta Europa, un assaggio di una cultura antica e aperta al mondo, orgogliosa della propria identità e desiderosa di farsi conoscere.

La Giornata Europea della Cultura Ebraica, che domenica 6 prenderà simbolicamente il “via” da  Firenze, scelta quale città capofila per l’edizione 2015, è un presidio in difesa di questi valori e contenuti, un ponte tra la minoranza ebraica e la società di cui è parte attiva e integrante.

Un grande momento di festa e di incontro, che l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane è orgogliosa di proporre in Italia, e che ci auguriamo sarà vissuto e condiviso, come negli anni precedenti, da moltissime persone.

“PONTI & ATTRAVERSAMENTI”

Dialogo Ebraico – Cristiano relatore Dott. Raffaello Zini

Raffaello Zini, nato a Genova, e' impegnato nel dialogo che costruisce la pace. Laico, teologo, biblista, esperto del dialogo ebraico – cristiano e islamo – cristiano è redattore della rivista "Qol". Vive a Villa Minozzo comune dell’Appennino Tosco – Emiliano.

Da Soncino a Gerusalemme: attraversamento di un ponte virtuale

relatore Alberto Jona Falco

Alberto Jona Falco Fotografo, esperto di comunicazione visiva, creatore di eventi e consulente d’immagine.

È l’autore ed il titolare del più grande archivio fotografico sull’Italia Ebraica (il suo archivio di fotografie relative ai beni artistici, architettonici e culturali del mondo ebraico italiano, è composto da oltre 10.000 immagini raccolte nel corso di oltre 20 anni.

Da sempre interessato alla fotografia, all’etica, alle manifestazioni creative ed artistiche e alla circolazione delle idee  dal 2014 collabora per diverse società ed enti no profit, per creare eventi, percorsi valoriali e progetti culturali

Dopo Genova, Napoli, Roma, Firenze e Venezia, attualmente vive e lavora a Milano sognando il mare di Bonassola

Ha pubblicato diversi volumi per Marsilio, Allemandi, Giuntina, Hugh Lauter Levin Associates e Rizzoli NewYork sull’Italia Ebraica, mentre con Proedi realizza molte immagini del CD-ROM dedicato ad Auschwitz, distribuito dal Ministero dell'Istruzione a tutte le scuole italiane. Le sue foto sono state protagoniste di mostre personali e collettive a Senigallia, Genova, Haifa, San Francisco, Gerusalemme

La sua immagine di un armadio sacro ebraico è selezionata dal Ministero delle Poste e Comunicazioni per realizzare una tiratura limitata di una "Magnum"(cartolina filatelica con annullo particolare)

Per conto della Sovrintendenza Beni Artistici e Culturali della Regione Veneto, segue la documentazione fotografica per la schedatura dei cinque antichi cimiteri ebraici della città di Padova.

Nell'estate del 1993 si trasferisce per un periodo a New York dove partecipa anche al Master presso l'International Centre of Photography relativo alla filosofia artistica del ritratto in fotografia.

Dal 1994 l'attività fotografica professionale lo ha portato a contatto con giornali, aziende, ed agenzie pubblicitarie per la produzione di immagini fotografiche destinate alla comunicazione istituzionale, pubblicitaria, promozionale, valoriale ed emotiva per i differenti media (carta stampata, brochure, depliant, cataloghi, web).

Dalla primavera del 1997 diventa titolare dello Studio Olimpic (uno studio fotografico "storico" milanese con una tradizione di oltre trent'anni)e da oltre 10 anni siede nel direttivo dell'Associazione Nazionale Fotografi Professionisti – Tau Visual.

Dal 2001 collabora ufficialmente con l'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane per tutte le immagini relative agli eventi legati alla Giornata Europea della Cultura Ebraica.

E' nel cartellone ufficiale di GeNova '04 Capitale Europea della Cultura, con la sua mostra: “Viaggio nel mondo ebraico”

Vincitore del I° Premio Cazzaniga a Soncino con un progetto che viene poi pubblicato nel 2011 (con i testi di L. Tagliacozzo) "Storia della Stampa da Soncino a Soncino"

A NewYork, alla Carnegie Hall, presenta nel 2007 una conference and slideshow su: A Jewish Trip in Italy and in Friuli Venezia Giulia

A San Francisco (CA-USA) fino a marzo 2009 al Museo ItaloAmericano espone alcune sue opere per la mostra " “IL GHETTO: Forging Italian Jewish Identities, 1516 -1870"

A Venezia è fotografo ufficiale a"Incroci di Civiltà" '09 '10 '11 e 2012

Espone nel 2013 al Museo Nahon di Gerusalemme in Israele e contemporaneamente dallo stesso anno, entrano nella collezione permanente dell’Israel Museum, sei sue opere che “raccontano” i matronei delle sinagoghe veneziane.

Progetto “Beati gli invitati”

M.O.e. Se. Sistema museale locale arte cultura e storia fra Serio e Oglio

relatore Arch. Francesco Pagliari

Francesco Pagliari Architetto, critico d'arte e d'architettura è anche coordinatore del Sistema Museale Arte Cultura Storia fra Serio ed Oglio, MOeSe di cui fanno parte il Museo della Stampa di Soncino, con il Museo della Civiltà Contadina di Offanengo e il Museo di Arte e Cultura Sacra di Romano di Lombardia.

Tali realtà museali partecipano alla XV Giornata Europea della Cultura Ebraica con singoli Progetti

M.O.e. Se...Ponte tra culture

relatore Mirko Rossi

Mirko Rossi Grafico e designer, docente di arti visive, disegno e educazione tecnica, presso la Scuola d’Arte Applicata A. Fantoni di Bergamo. Responsabile comunicazione del M.A.C.S.- Museo d’Arte e Cultura Sacra di Romano di Lombardia (BG) e del Sistema Museale M.O.eSe. di Soncino (CR). Coniuga l’attività lavorativa a quella di sperimentatore di nuove tecnologie di stampa e comunicazione visiva

“IL VINO. Frutto della vite, sangue di redenzione”

relatore Dott. Angelo Loda

Angelo Loda Laureato in Lettere Moderne presso l’Università Statale di Milano, specializzato in storia dell’arte e delle arti minori presso l’Università Statale di Milano, ha poi conseguito il dottorato di ricerca in Critica, teoria e storia delle letteratura e delle arti conseguito presso l’Università Cattolica di Milano. Funzionario storico dell’arte  presso la Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Parma e Piacenza prima ed ora presso la Soprintendenza BSAE di Mantova, Brescia e Cremona, docente di storia dell’arte e di iconografia ed iconologia presso la Scuola ENAIP per il restauro di Botticino e conservatore scientifico presso il Museo d’Arte e Cultura Sacra di Romano di Lombardia. Si occupa prevalentemente di iconografia sacra e di pittura e grafica padana dal Cinque al Settecento, cui ha dedicato una cinquantina di contributi in volumi e riviste specializzate.

“VIII Biennale di Soncino, a Marco” Dell’ Associazione Culturale  Quartiere 3

Il Museo della Stampa di Soncino è nato dalla volontà della Pro Loco di valorizzare una vicenda storica che ha posto la città di Soncino tra le poche in Europa ad accogliere una stamperia ebraica attiva già nella seconda metà del ‘400. La stamperia, della celebre famiglia di Israel Nathan proveniente da Spira in Germania, fu attiva nel Borgo per una decina d’anni, poi, per l’opposizione cattolica, gli ebrei se ne andarono e la loro impresa continuò in una migrazione che li portò fino a Costantinopoli; in omaggio alla città che li aveva ospitati, continuarono a firmare la loro produzione con il nome Soncino. L’esperienza museale, rivolta anche alle tecniche di stampa e d’incisione, si completa con esposizioni temporanee di incisioni d’arte, di piccola editoria o di raccolte exlibristiche. È in questo ambiente che abbiamo l’onore di ospitare l’VIII edizione della “Biennale di Soncino, a Marco” dell’Associazione Culturale Quartiere 3.

La ‘Biennale di Soncino, a Marco’ nasce nel 2001 per volontà di due artisti amici di Marco, allora poco più che ventenni, che organizzano una collettiva di pittori, scultori, installatori e studenti d’arte a loro vicini per riempire il vuoto umano e artistico che la scomparsa di Marco ha lasciato. Quello che avrebbe dovuto essere un momento espositivo unico e spontaneo, si trasforma in un appuntamento ricorrente. Ogni edizione si arricchisce di nuove idee, nuovi luoghi e nuovi volti consolidando ed ampliando al tempo stesso, un circuito cittadino sempre più atteso e stimato. Anche quest’anno l’esposizione si svolgerà negli spazi della Rocca Sforzesca, dell’ex Filanda Meroni e del Museo della Stampa. La mostra sarà inaugurata sabato 29 agosto 2015 e terminerà domenica 20 settembre 2015.

Presso le sale museali del Museo della Stampa  il Dott. Aldo Villagrossi  illustrerà il percorso culturale sul tema “SHABBAT. IL VINO NELLA CULTURA EBRAICA”. L’occasione si presenta quanto mai propizia per ammirare, nella suggestiva cornice del museo soncinate, alcune testimonianze di storia del pensiero.

Presso le sale del Museo di Romano di Lombardia percorso espositivo “IL VINO. Frutto della vite, sangue di redenzione”.

Presso il Museo della Civiltà Contadina di Offanengo giornata dedicata al percorso culturale  “Vino e le vecchie osterie”.

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

1166 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria