Lunedì, 20 settembre 2021 - ore 03.12

70° Liberazione: campane a festa, sventolii di tricolori, pianti di gioia | G.Carnevevali

Ci siamo! 25 aprile 1945-25 aprile 2015, settant’anni fa la Liberazione dell’Italia dalla occupazione nazista e dalla dittatura fascista.

| Scritto da Redazione
70° Liberazione: campane a festa, sventolii di tricolori, pianti di gioia | G.Carnevevali

25 APRILE 1945-25 APRILE 2015, 70 ANNI DALLA LIBERAZIONE DELL’ITALIA, CAMPANE A FESTA, SVENTOLII DI TRICOLORI, PIANTI DI GIOIA. Ci siamo! 25 aprile 1945-25 aprile 2015, settant’anni fa la Liberazione dell’Italia dalla occupazione nazista e dalla dittatura fascista. I giorni della felicità, la storia di un tripudio gioioso che vide appunto il crollo del nazifascismo. Il 25 aprile 1945 su tutti i Comuni italiani il vento fece sventolare le bandiere della ritrovata libertà, le campane delle chiese cittadine suonarono a festa, sul Torrazzo sventolò il tricolore, annunciavano al mondo la LIBERTA’. Quel “vento” scompigliò i fiori degli alberi di una nuova primavera, asciugò i panni stesi al sole e spazzò vie le lacrime di una guerra disperata. Settant’anni fa il nazismo e il fascismo furono travolti da una lunga e appassionata lotta di liberazione condotta dai partigiani italiani fin dal 1943 insieme con gli Alleati Angloamericani. Parecchi dei testimoni che vissero quel drammatico periodo di grandi speranze…”Or più non sono, requiem!”. Del resto pochi ancora i sopravvissuti coi cuori mai dimentichi di giorni di terrore, cuori che si riempiranno poi di gioia e commozione appunto quel 25 aprile. Ricordi indelebili di azioni di giovani partigiani che occupavano il palazzo del Comune, della folla che scendeva nelle strade a festeggiare, dei soldati americani nella piazza del paese a distribuire tavolette di cioccolato ai bambini, delle precipitose fughe dei fascisti spaventati dal timore di ritorsioni, di interminabili guardie al ponte sul fiume….! E poi, puntuale, il Proclama del CNL di Cremona alla Cittadinanza: “….come tale il CNL avverte fin d’ora che non tollererà nessuna infrazione o disobbedienza alle proprie ordinanze da parte di chichessia. Il CNL è consapevole dell’anelito di giustizia che anima la Nazione e condivide volontà popolare che l’opera di epurazione sia condotta con severità esemplare ma umana. E’ essenziale però, affinchè non si perpetui lo spirito di fazione, che il sentimento torbido delle vendette non abbia a prevalere sulla severità della giustizia. CITTADINI! Salutiamo gli alleati, alle cui armi dobbiamo la nostra liberazione. Salutiamo nelle valorose formazioni del Corpo Volontari della Libertà i migliori nostri figli che hanno contribuito con il loro sacrificio ad affrettare la liberazione del Paese dalla tirannide nazifascista” (f.to il CNL per la provincia di Cremona). La cittadinanza tutta è chiamata a testimoniare SABATO 25 APRILE PROSSIMO secondo le modalità convenute tra Amministrazione Comunale Cittadina e Associazioni Resistenti Partigiane. Solo così potremo onorare degnamente tutti i caduti cremonesi che hanno offerto la propria vita per la LIBERTA’, la DEMOCRAZIA e la PACE.  E chiudo: “Se il male continua, anche la Resistenza va continuata, ma con amore stavolta. Che i morti ci aiutino a divenire veramente ‘ribelli per amore’ ”. (don Primo Mazzolari).                       

GIORGINO  CARNEVALI (Cremona)

1996 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria