Sabato, 22 gennaio 2022 - ore 06.23

Dialogo B20-G20 su finanza e infrastrutture

| Scritto da Redazione
Dialogo B20-G20 su finanza e infrastrutture

 Si è tenuto oggi il dialogo B20-G20 organizzato dalla Task Force Finanza & Infrastrutture del B20, sul tema della promozione di una crescita economica sostenibile e inclusiva.

Ad aprire i lavori la Presidente del B20, Emma Marcegaglia, seguita dagli interventi di Carlo Messina, Chair della Task Force Finanza & Infrastrutture del B20 e amministratore delegato di Intesa Sanpaolo e del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco. L’incontro è stato un'occasione per la comunità imprenditoriale del B20 di trasmettere al G20 le proprie raccomandazioni sulle azioni necessarie per garantire una risposta efficace alla crisi Covid-19 e stabilire un quadro in grado di accelerare una crescita sostenibile e inclusiva.

Come dichiarato da Emma Marcegaglia, “finanza e infrastrutture sostenibili sono fattori strategici per rilanciare la ripresa dopo la pandemia”. “È fondamentale che il G20 sostenga, accelerandola, l'inclusione finanziaria, che incoraggi l’impact investing – aggiunge la Presidente del B20 – e favorisca la transizione verso un’economia sostenibile anche attraverso l’adozione di standard di reporting di sostenibilità armonizzati a livello globale. Gli investimenti e le infrastrutture sostenibili sono più che mai importanti, ma per sfruttare appieno il loro potenziale, è necessario garantire alle PMI più ampio accesso al capitale e sostenere lo sviluppo delle nuove catene del valore globali, accelerando al contempo l’innovazione tecnologica nel sistema finanziario”.

Per Carlo Messina, CEO Intesa Sanpaolo e Chair of the B-20 Task Force Finance&Infrastructure, “l’incontro di oggi vuole mettere al centro il ruolo cruciale che finanza e infrastrutture giocano nell’accelerare la crescita verso un percorso che sia sostenibile, inclusivo e di impatto. La vera sfida per tutti noi è fare sì che la ripresa possa seguire queste tre fondamentali direttrici almeno per i prossimi dieci anni e ritengo che il compito altrettanto importante di questa Task-force sia incidere sul tema delle disuguaglianze ulteriormente accresciute dalla pandemia. In particolare, dobbiamo individuare soluzioni di investimento e finanziamento che, attraverso l’utilizzo sinergico di fondi pubblici e risparmi privati, possano generare un impatto reale con una capacità di esecuzione adeguata. In termini di azioni concrete intendiamo, infine, sostenere 3 proposte da rendere realizzabili: fondi per la rigenerazione urbana e le infrastrutture, con focus sulle infrastrutture sociali; programmi internazionali di finanza d’impatto, che in Italia durante la pandemia hanno già dimostrato l’efficacia della collaborazione tra pubblico e privato; fondi d’impatto per le filiere internazionali, per lo sviluppo di ecosistemi di innovazione al servizio di distretti, grandi imprese e PMI”.

Al centro dell’incontro, l’intervento del Ministro dell’Economia Daniele Franco, per il quale “un investimento in infrastrutture, ben congegnato e che incorpori criteri di sostenibilità, contribuirà a sbloccare il nostro potenziale di crescita e rendere la crescita stessa più solida e duratura. Inoltre gli investimenti in infrastrutture sostenibili rappresentano una leva importante per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici”.

Questi i quattro macro-temi emersi in occasione dell’incontro:

1. promuovere la finanza sostenibile e l'inclusione finanziaria sostenendo lo sviluppo degli ESG e della finanza d’impatto, accelerando l'adozione di standard globali di rendicontazione e misurazione della sostenibilità e promuovendo l'accesso da parte di privati e microimprese a prodotti e servizi finanziari a prezzi accessibili;

2. migliorare il finanziamento delle infrastrutture, incentivando gli investimenti in progetti infrastrutturali sostenibili, implementando le infrastrutture come asset class, sostenendo la pianificazione e gli investimenti transfrontalieri e promuovendo progetti di rigenerazione urbana e suburbana;

3. sostenere la crescita economica sostenibile promuovendo l'accesso delle PMI ai capitali, promuovendo ecosistemi di innovazione aperta, accelerando i processi di digitalizzazione e innovazione nel settore finanziario e aumentando l'efficienza delle nuove catene del valore globali e regionali;

4. promuovere un contesto politico globale in grado di sostenere la ripresa economica post crisi, rivedendo il quadro normativo del settore finanziario e assicurativo e le normative sui crediti deteriorati, oltre ad affrontare i rischi sistemici e pandemici attraverso soluzioni innovative nell’ottica della cooperazione tra pubblico e privato.

Tra gli interventi, anche quello di Mulyani Indrawati, Ministro dell'Economia e delle Finanze della Repubblica d’Indonesia.

L’incontro si è svolto in vista della riunione dei Ministri delle Finanze e delle Banche Centrali del G20 che si terrà a Venezia dal 9 al 10 luglio.

Sono intervenuti all’incontro, inoltre e nell’ordine: Timothy Adams, Presidente e Amministratore Delegato Institute of International Finance; Sujoy Bose, Amministratore Delegato National Investment and Infrastructure Fund; John W.H. Denton, Segretario Generale della International Chamber of Commerce; Robert S. Kapito, Presidente BlackRock; Lubna Olayan, Presidente del comitato esecutivo Olayan Financing Company; Zhang Xiaolun, Presidente China National Machinery Industry Corporation; Sir Ronald Cohen, Presidente Global Steering Group for Impact Investment; Gabriele Galateri di Genola, Presidente Generali e membro Advisory Board B20; Alan Johnson, Presidente International Federation of Accountants; Pietro Salini, Amministratore Delegato Webuild e membro Advisory Board B20; Shemara Wikramanayake, Amministratore Delegato Macquarie Group e membro Advocacy Caucus B20. (aise) 

700 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria