Giovedì, 20 giugno 2019 - ore 04.49

Domani in libreria ‘Civiltà solare’, il racconto della rivoluzione delle rinnovabili

Il volume, di Gianluca Ruggieri e Fabio Monforti, è edito da Altreconomia

| Scritto da Redazione
Domani in libreria ‘Civiltà solare’, il racconto della rivoluzione delle rinnovabili

Entro il 2050, la metà delle famiglie europee produrrà direttamente, da fonti rinnovabili, l’energia elettrica necessaria al proprio fabbisogno. Questi dati, frutto di un rapporto commissionato da Greenpeace, ci dicono che la rivoluzione delle fonti rinnovabili è già compiuta. E il 6 ottobre esce Civiltà solare, il primo libro che racconta la “transizione” in modo chiaro e originale, non solo con le parole ma anche attraverso immagini e infografiche.

La rivoluzione in corso pone alcune domande fondamentali per il futuro a cui provano a rispondere i due autori, Gianluca Ruggieri e Fabio Monforti, il primo ricercatore all’Università dell’Insubria, il secondo al Joint Resarch Centre della Commissione europea: è possibile completare un processo così rilevante nell’arco di una sola generazione (entro il 2050)? A quali costi e con quali tecnologie? Quali criticità vanno affrontate? Quale nuovo modello di organizzazione economica e sociale sarà stimolato?

Nel secondo capitolo si spiega perché sia tempo di abbandonare il nostro attuale modello energetico, mettendo nero su bianco i limiti del sistema basato sulle fonti fossili e i buoni motivi per cui transire verso un sistema energetico che produca meno emissioni inquinanti e di gas serra, che sia esportabile ai Paesi in via di sviluppo, anche in considerazione dell’obiettivo che si sono dati i Paesi firmatari dell’Accordo di Parigi del dicembre 2015, ovvero di contenere l’innalzamento medio delle temperature entro 1,5°. È quindi fondamentale continuare ad intervenire sulla produzione di energia, puntando sul sole e sul vento.

Nel terzo capitolo si spiega perché mettere in piedi un sistema simile non è un’utopia: tutte le previsioni più ottimistiche sulla produzione di energia da fonti rinnovabili sono state superate dai fatti. E allora gli autori provano a immaginare il futuro, a partire da esempi concreti. Ad esempio le esperienze di generazione diffusa e partecipata di energia, come le cooperative energetiche, che “sgretolano” il monopolio produttivo delle grandi centrali alimentate da risorse fossili (come carbone e gas) e mettono in evidenza una nuova figura, quella del prosumer (produttore e consumatore insieme). O l’auto elettrica che, specie se alimentata da corrente prodotta da energia rinnovabile, offre grandi vantaggi: sapevate che appena l’1% dell’energia prodotta dalla combustione della benzina nel motore di un automobile sposta il passeggero, mentre tutto il resto finisce dispersa?

È una questione di efficienza. Una riflessione semplice quanto avvitare una lampadina: in pochi anni, infatti, si è passati da lampade che producevano 10-15 lumen per ogni watt utilizzato, a lampade basate su led che sono in grado di produrne oltre 200. L’obiettivo di ciascuno di noi è diventare più consapevoli e agire di conseguenza nella quotidianità: a partire, anche, dalle nostre scelte alimentari.

714 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria