Sabato, 02 luglio 2022 - ore 15.33

Incontro dei giovani agricoltori di Coldiretti ieri a Cremona

Ue, il futuro dell’agricoltura

| Scritto da Redazione
Incontro dei giovani agricoltori di Coldiretti ieri a Cremona Incontro dei giovani agricoltori di Coldiretti ieri a Cremona

Il futuro dell’agricoltura italiana ed europea attraverso gli strumenti della nuova Politica Agricola Comune. È il tema al centro del “NewCap Inform Tour”, l’iniziativa promossa da Coldiretti Giovani Impresa su tutto il territorio nazionale che ha fatto tappa in Lombardia. L’appuntamento  si è tenuto a Cremona, nella sala Maffei della Camera di Commercio.

Aperto dal saluto dell’Assessore regionale all’agricoltura Fabio Rolfi, proposto in video, e moderato da Paola Bono, direttore di Coldiretti Cremona, l’incontro è stato un dialogo tra Coldiretti, Regione Lombardia, università, alla presenza di numerosi giovani cremonesi e lombardi.

Danilo Bertoni, del Dipartimento di Scienze e politiche ambientali dell’Università Statale di Milano, ha avuto il compito di illustrare le principali novità della Pac, a cominciare dalla nuova architettura verde, dalla maggiore selettività dei pagamenti diretti all’introduzione della condizionalità sociale. 

Ermes Sagula, responsabile CAA Coldiretti Lombardia, ha proseguito facendo il punto sui piani di sviluppo rurale, con particolare attenzione alle misure che rappresentano una  novità e che la Regione sta proponendo.

“Abbiamo proposto questo momento perché consideriamo essenziale informare tutti i giovani agricoltori lombardi in merito alle novità che ci saranno dal 1 gennaio 2023 sulla politica agricola comunitaria. Ci sono interventi e maggiorazioni importanti, rivolti ai giovani. Oltre al primo insediamento in agricoltura, partirà in tutta Italia il primo insediamento forestale” ha rimarcato Stefano Leporati, segretario nazionale di Coldiretti Giovani Impresa. “Il 3 per cento della Pac va ai giovani. E’ un risultato importante che abbiamo ottenuto – ha proseguito Leporati –. Il vostro e nostro compito è vigilare che le risorse, che ci sono, siano poi effettivamente destinate alle aziende giovani”.

 Terminato l’incontro, per i giovani Coldiretti la giornata d’incontro è proseguita ai Giardini di piazza Roma, nella prima edizione della “Festa d’estate”, nel segno dello street food contadino. “Abbiamo aperto questo momento conviviale a tutti i cremonesi. Per noi è anche un’opportunità per raccontare alla comunità i valori e l’impegno di Coldiretti Giovani Impresa, la forza giovane di un’agricoltura che investe nella nostra terra, che crede nelle tradizioni e che rappresenta un modo nuovo di interpretare l’agricoltura, distintivo, innovativo, che parte dai territori italiani e si proietta alla conquista dei mercati mondiali con le proprie eccellenze” sottolinea Carlo Maria Recchia, delegato provinciale e regionale dei Giovani Coldiretti.vbvbgvbvbvb vv

124 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria