Sabato, 15 maggio 2021 - ore 15.53

PUNTO CREMONESE: Cremonese e Reggina si dividono un pareggio che non accontenta nessuno

Una illusione che è durata un tempo, quella che ha visto i grigiorossi tornare prepotentemente in lizza per un posto nei play off, per poi subire il pareggio definitivo di Rivas

| Scritto da Redazione
PUNTO CREMONESE: Cremonese e Reggina si dividono un pareggio che non accontenta nessuno

35a giornata campionato di serie B

ore 14.00, sabato 1° maggio 2021

Stadio Giovanni Zini, Cremona

 

CREMONESE-REGGINA 1-1 (1-0) 

RETI: 42’ Valzania, 66’ Rivas

CREMONESE [4-2-3-1] Carnesecchi; Zortea, Bianchetti, Terranova, Valeri; Bartolomei (64’ Gustafson), Castagnetti (77’ Deli); Báez, Valzania, Buonaiuto (54’ Gaetano); Ciofani (77’ Colombo).

Panchina: Volpe, Zaccagno, Fiordaliso, Fornasier, Ceravolo, Nardi, Pinato.

Allenatore: F. Pecchia

REGGINA [4-4-2] Nicolas; Del Prato, Stavropoulos, Dalle Mura, Di Chiara (88’ Bellomo); Rivas (81’ Menez), Bianchi, Crisetig (81’ Crimi), Edera (46’ Liotti); Okwonwko (46’ Folorunsho), Denis.

Panchina: Guarna, Plizzari, Cionek, Lakicevic, Loiacono, Chierico, Petrelli.

Allenatore: M. Baroni

 

Abitro: Sig. Antonio Giua della sezione di Olbia.

Assistenti: Sig. Niccolò Pagliardini di Arezzo e il Sig. Riccardo Annaloro di Collegno.

Quarto uomo: Sig. Luca Zufferli di Udine.

Angoli: 10/5

Recupero: 1’/3’

Ammoniti: Okwonkwo, Crisetig, Crimi (REG), Castagnetti (CRE)

 

PRIMO TEMPO:

La Cremonese aggredisce fin da subito i calabresi che si affidano alle ripartenza veloci sulle fasce con Edera e Rivas.

I primi minuti sono caratterizzati da continui cambiamenti di fronte, per lo più sterili.

Al 10’ dal piede di Valzania parte un tiro senza troppe pretese, la palla arriva in area a Ciofani che calcia a giro sul palo alla sinistra di Nikolas che ci arriva con le punte delle dita e mette in angolo.

Baroni passeggia pensieroso a mani conserte nella sua area piccola mentre Pecchia già in maniche di camicia, urla e si sbraccia verso i suoi ragazzi. Zortea e Valeri  faticano a proporsi sulle fasce dovendosi confrontare con la dinamicità di Rivas ed Edera.

Il gioco si sviluppa senza pause, al 20’ Zortea è servito in  appoggio da Ciofani, ma tira tra le braccia di Nikolas.

Al 23’ Baez si libera elegantemente in fascia, arriva al limite dell’area piccola, ma Nikolas gli chiude gli spazi  e sfuma un’ottima occasione per i grigiorossi.

Castagnetti appare fuori dalle dinamiche di gioco che si alternano quasi esclusivamente e molto velocemente sulle fasce, mentre Baez sulla fascia destra si propone con grande dinamismo.

Al 27’ prima occasione per la Reggina con Edera che colpisce al volo la palla arrivata da un lungo traversone, ma il tiro potente finisce alto sopra la traversa.

La partita, è avvincente, nonostante le poche occasioni da gol, ma la sensazione è che da un momento all’altro il risultato possa cambiare. Ancora Baez al 32’ si fa trovare da un perfetto assist di Terranova, che spreca calciando alto al volo.

Qualche errore di troppo per i grigiorossi in fase di impostazione, ma anche di finalizzazione. Al 35’ contropiede di Bonaiuto che serve Baez sulla destra, giunto in area calcia verso la porta ma Di Chiara si immola e devia in fallo laterale.

Al 37’ Castagnetti raccoglie una palla respinta al limite dell’area, colpisce al volo, ma la palla è troppo centrale e finisce tra le braccia di Nikolas Il quarto uomo richiama per l’ennesima volta Pecchia che sembra ‘tarantolato’ nella sua area piccol, la sensazione è che voglia entrare in campo.

Al 42’ VANTAGGIO CREMONESE: Bartolomei batte una punizione dalla destra, Baez la mette in mezzo, Krisetig respinge corto di testa, sulla palla arriva Valzania che colpisce al volo di collo pieno, ne esce un tiro imprendibile che si infila a mezz’altezza sulla destra di Nikolas, che nulla può fare se non stare a guardare. CREMONESE-REGGINA 1-0

Finisce il primo tempo con i grigiorossi meritatamente in vantaggio. Grande dinamismo, pressione ed aggressività, un gioco dispendioso, ma che viene premiato con il vantaggio di Valzania. 

La Reggina è apparsa solida, ma piuttosto remissiva (Denis si è visto più in fase difensiva che in area grigiorossa). Sempre pericolosi  Rivas ed Edera sulla fascia, ma a parte un tiro alto di quest’ultimo i calabresi non hanno mai impensierito Carnesecchi. 

 

SECONDO TEMPO:

Baroni inserisce Liotti per Edera e Folorunsho per Okwonwko, con la speranza di dare una scossa alla squadra, ma oltre a questo deve aver dato una bella strigliata alla squadra, perché al rientro in campo i calabresi sembrano tutt’altra squadra da quella vista nel primo tempo.

Passano 3’ e Carnesecchi è costretto ad una uscita in tuffo acrobatico di testa per anticipare un avversario, 2’ dopo, su un  retropassaggio azzardato di Valeri, Carnesecchi non riesce a trattenere la palla che Rivas fortunatamente non riesce a recuperare.

La Cremonese è alle corde, la Reggina lo capisce e le morde le caviglie. In particolare Denis ora gioca da attaccante vero e la sua presenza si fa sentire.

Pecchia appare preoccupato ed a differenza del primo tempo richiama alla calma i propri ragazzi, al 54’ mette in campo Gaetano per uno spento Bonaiuto, nella speranza di allentare la pressione degli amaranto.

Al 52’ Denis colpisce la palla di testa che finisce di poco a lato, che si ripete al 57’ Denis raccoglie un cross da calcio d’angolo e cerca di sorprendere Carnesecchi che però con una bella parata nega il gol all’argentino.

Al 67’ si rivedono i grigiorossi con Baez che dalla fascia serve Valzania che dal limite dell’area calabrese calcia di prima intenzione verso la porta difesa da Nikolas che però non si lascia sorprendere.

Al 61’ su calcio d’angolo Del Prato colpisce la palla di testa che si infrange sul palo a Carnesecchi battuto. I grigiorossi arrancano e Pecchia inserisce Gustafson al posto di Bartolomei sperando di aumentare il filtro davanti alla difesa, ma un paio di minuti dopo, al 65’ arriva il pareggio della Reggina.

Rivas, servito sulla destra da Denis, si trova a tu per tu con Carnesecchi e lo infila con un rasoterra tra le gambe. CREMONESE-REGGINA 1-1

I grigiorossi pagano un atteggiamento fin troppo remissivo, frutto anche dell’aggressività e dalla dinamicità della Reggina. Ora la partita è aperta a qualsiasi risultato, e gli uomini di Baroni sembrano decisamente voler sfruttare il buon momento per portare a casa la vittoria.

Al 72’ ripartenza veloce dei grigiorossi con Baez che sventaglia un traversone in area per Gaetano che contrastato da Stavropoulos  lo anticipa e mette in angolo tra le proteste del giocatore. Un minuto dopo Castagnetti serve verticalmente con un bel traversone che scavalca la difesa reggina Valeri che si invola verso la porta ma non sfrutta l’occasione e calcia sulla parte esterna della rete.

Al 75’ la Reggina buca ancora la fascia sinistra, ne esce un traversone rasoterra che Carnesecchi intercetta ma non controlla, fortunatamente Bianchetti anticipa tutti e ci mette una pezza in angolo.3’ dopo è Liotti ad impegnare ancora l’estremo difensore grigiorosso, Pecchia tenta le ultime carte inserendo Colombo per Ciofani e Deli per Castagnetti.

La stanchezza si fa sentire e le due squadre si allungano, la Reggina ha mollato la presa ed ha abbassato il baricentro. I grigiorossi guadagnano metri.All’84’ Gustafson a riceve una palla in area che ha il tempo di piazzare senza però  troppa convinzione, Nikolas appare sorpreso anche perchè coperto dai compagni, ma riesce in un intervento risolutivo.

 85’ Deli viene atterrato in area reggina, Pecchia protesta vivacemente e viene ammonito dall’arbitro, che sancisce 3’ di recupero.Gli ultimi minuti non regalano grandi emozioni, la Reggina tutta in difesa a difendere il pareggio e la Cremonese a cercare una soluzione per arrivare alla vittoria. I troppi errori di costruzione dei grigiorossi in questa parte finale non piacciono a Pecchia che non le manda certo a dire.

La partita finisce con un pareggio, che probabilmente non soddisfa nessuno. Una ghiotta occasione per entrambe, visti i risultati delle dirette concorrenti ai play off, di rientrare decisamente in corsa, che però non è stata sfruttata.

Un buon tempo dei grigiorossi, grande aggressività, dinamismo e determinazione, la solita Cremonese vien da dire, che ha meritatamente concluso il primo tempo meritatamente in vantaggio con un bel gol di Valzania. La ripresa ha visto una netta inversione dei ruoli, con la Reggina che è uscita dagli spogliatoi trasformata e che ha messo alle corde i grigiorossi fino a sfiorare più volte il pareggio per poi agguantarlo con Rivas.

Un secondo tempo molto al di sotto delle aspettative dei grigiorossi, ci si poteva aspettare una reazione dei calabresi ed un un momento di difficoltà, ma forse agli avversari è stato concesso troppo nel momento cruciale della gara. Comunque una Cremonese che ha giocato e lottato e che si avvicina sempre più al traguardo della salvezza, non senza qualche rimpianto.

Martedì la Cremonese sarà ospite del Chievo, una gara che con un risultato diverso oggi, avrebbe significato uno scontro diretto per l’accesso ai play off.



-Gazzaniga Daniele-

141 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria