Martedì, 07 dicembre 2021 - ore 17.09

DIVIETO DI AVVICINAMENTO: RITORNA A CASA E MINACCIA LA MADRE: ARRESTATO 18ENNE

A Cremona

| Scritto da Redazione
DIVIETO DI AVVICINAMENTO: RITORNA A CASA E MINACCIA LA MADRE: ARRESTATO 18ENNE

Nonostante il divieto di avvicinamento è ritornato a casa ed è stato arrestato: protagonista un 18enne cremonese che, con precedenti di polizia a carico, è stato arrestato dai carabinieri per la violazione del provvedimento di allontanamento della casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, decisione presa dal Tribunale di Cremona e in vigore dal 3 settembre.

Il giovane, nel pomeriggio di ieri, è entrato nell'appartamento della madre- scavalcando la recinzione e trovando la porta di ingresso già aperta- che, impaurita dalle minacce anche di morte e dalla ira del giovane che dava calci e pugni agli arredi di casa - telefonava immediatamente ai militari.

Sul posto veniva inviata con urgenza una pattuglia che, appena giunta nei pressi dell’abitazione vedeva scappare il 18enne, già ben conosciuto agli uomini dell'Arma, a piedi per le vie limitrofe riuscendo però ad arrestarlo.

Il 18enne veniva quindi accompagnato in caserma e, tenuto conto che il giovane aveva violato il provvedimento cautelare impostogli dal Tribunale di Cremona ai primi di settembre, veniva arrestato per la violazione dell’art 387-bis del Codice Penale per il quale, proprio da ieri, a seguito dell’entrata in vigore della Legge 134 del 2021, è previsto l’arresto obbligatorio in flagranza. Si tratta quindi del primo arresto in provincia di Cremona in applicazione della nuova normativa.

Questa mattina il giovane è stato udito dal giudice per la convalida dell’arresto conclusasi con la convalida dell’atto e la sua liberazione in attesa del giudizio, sottoponendolo intanto però agli stessi divieti già imposti dapprima.

 

Zonacheck

742 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria