Domenica, 17 novembre 2019 - ore 16.53

Mondo News » Il Punto

AMNESTY ACCUSA IL GOVERNO DEL NICARAGUA: STRATEGIA REPRESSIVA LETALE CONTRO I MANIFESTANTI

In un nuovo rapporto diffuso oggi, Amnesty International ha accusato le autorità del Nicaragua di aver adottato una strategia repressiva nei confronti delle manifestazioni, basata sull'uso eccessivo della forza, esecuzioni extragiudiziali, il controllo dei mezzi d'informazione e l'impiego di gruppi armati filo-governativi. Finora i manifestanti uccisi sono stati almeno 81.

Amnesty NIGERIA: DONNE ALLA FAME E STUPRATE DA SOLDATI E MILIZIANI

SOSTENGONO DI AVERLE LIBERATE DA BOKO HARAM In un nuovo rapporto reso noto oggi, Amnesty International ha denunciato che migliaia di donne e ragazze sopravvissute alla brutalità del gruppo armato Boko haram sono state successivamente stuprate dai soldati che sostengono di averle liberate.

MYANMAR, AMNESTY ACCUSA GRUPPO ARMATO ROHINGYA DI STRAGI DI CIVILI

L'Esercito di salvezza dei rohingya dell'Arakan (Arsa) è responsabile di almeno un massacro, e forse di un secondo, di fino a 99 uomini donne e bambini indù e di ulteriori uccisioni illegali e di rapimenti di civili indù verificatisi nell'agosto 2017. Lo ha rivelato una ricerca condotta da Amnesty International in Myanmar, nello stato di Rakhine.

UISP Vivicittà prosegue la sua corsa in Libano: lunedì 14 maggio a Sidone

Appuntamento con “Vivicittà Run for Palestine” La corsa di Vivicittà continua in Libano, con il suo messaggio di solidarietà promosso da Uisp, Terre des Hommes e Fondazione Kanafani: lunedì 14 maggio appuntamento nello stadio Rafik Hariri di Sidone, 40 km a sud di Beirut, con 160 bambini e bambine di 8-15 anni, dei campi profughi palestinesi

GINEVRA\ aise\ UNHCR: LA RISPOSTA ALLE PIOGGE MONSONICHE IN BANGLADESH

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), sta rapidamente garantendo l’invio di ulteriori aiuti in Bangladesh dove le prime piogge monsoniche hanno colpito il distretto di Cox’s Bazar e centinaia di migliaia di rifugiati Rohingya.

Sofia’s Books Nuovo marchio canadese pubblicherà opere italiane

ROMA\aise\ - Èdi pochi giorni fa l’annuncio da parte dell’agenzia letteraria canadese “Radici transalation and wordcraft Ltd” della creazione di “Sofia’s Books”, il primo marchio editoriale interamente dedicato alla letteratura italiana e canadese in traduzione.

Studenti lecchesi in visita a Cuba Riproposto il progetto di scambio scolastico

Per il secondo anno consecutivo un gruppo di studenti lecchesi volerà a Cuba per un'iniziativa che trova spazio all'interno del progetto di scambio scolastico, organizzato dall'Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba - Circolo di Lecco Vittorio Arrigoni, con il contributo economico del Comune di Lecco e del suo servizio giovani, che sosterrà le spese di trasporto da e per l'aeroporto.

FAIM Rafforzare la rappresentanza associativa degli italiani nel mondo

Il Consiglio Direttivo del Forum delle associazioni degli italiani nel mondo (FAIM) si è riunito venerdì 6 Aprile, a Roma. La discussione si è concentrata su una analisi del quadro sociale e politico e ha approvato le linee di sviluppo organizzativo e operativo proposte dal Comitato di Coordinamento

Siria NO alle violenze sui bambini La Costituzione italiana nell’art. 11 ripudia la guerra

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani intende sottolineare la drammaticità del momento storico attuale: le violenze inaudite a cui sono sottoposti inermi civili, e specialmente bambini, imporrebbe una riflessione seria da parte delle potenze mondiali sulle strategie finora adottate per gestire la crisi siriana.

AMNESTY RUSSIA, TENTATIVO DI BLOCCARE TELEGRAM

Alla vigilia dell’udienza del tribunale distrettuale di Tagansky, a Mosca, che il 13 aprile dovrà pronunciarsi sulla richiesta del Roskomnadzor - l’organismo russo di controllo sui media - di bloccare l’applicazione di messaggistica Telegram

AMNESTY RAPORTO SULLA PENA DI MORTE NEL MONDO 2017

DALL’AFRICA SUBSAHARIANA UN FARO DI SPERANZA. CONDANNE A MORTE ED ESECUZIONI IN CALO In occasione della pubblicazione del suo rapporto sulla pena di morte nel mondo, Amnesty International ha sottolineato che nel 2017 a far fare grandi passi avanti alla lotta globale per abolire la pena capitale è stata l’Africa subsahariana, dove si è registrato un significativo decremento delle condanne a morte.

Arci Fermare il massacro ad Afrin

Nel silenzio generale della comunità internazionale si sta perpetrando una delle più gravi tragedie di questi ultimi anni.
Petizioni online
Sondaggi online