Martedì, 04 ottobre 2022 - ore 06.43

La Cina si avvicina sull’Almanacco della Scienza

La Cina si avvicina sull’Almanacco della Scienza

| Scritto da Redazione
La Cina si avvicina sull’Almanacco della Scienza

La Cina è senza dubbio la “superpotenza” dei nostri giorni e, forse, di quelli futuri. Nonostante un regime basato su un Partito comunista che ha celebrato di recente il suo centenario e su un leader dotato di poteri ancora maggiori di quelli del fondatore della Repubblica popolare Mao Zedong, ha aperto in modo deciso al libero mercato. Alla Cina è dedicato il Focus dell’Almanacco della Scienza, il magazine dell’Ufficio Stampa del Cnr on line da oggi su www.almanacco.cnr.it. Con il supporto dei ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche, vengono esaminati i vari aspetti del rapporto tra il formidabile sviluppo del Paese e la sua innovazione tecnico-scientifica.

A partire dalla diffusione della pandemia di Covid-19 di cui parla il virologo Giovanni Maga, direttore dell’Istituto di genetica molecolare. E poi la posizione di rilievo acquisita nel settore spaziale, illustrata dall’astrofisico Luciano Anselmo dell’Istituto di scienza e tecnologie dell'informazione “Alessandro Faedo”, e le scelte di politica ambientale, di cui scrive Antonello Pasini dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico.

Ma assolutamente formidabili sono anche i risultati raggiunti dalla Cina nella tecnologia quantistica di cui parla Augusto Smerzi dell’Istituto nazionale di ottica. Mentre Maurizio Tesconi dell'Istituto di informatica e telematica tratta dello scontro sui social media tra Pechino e gli Stati Uniti.

Corrado Bonifazi, Daniele De Rocchi e Giacomo Panzeri dell'Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali illustrano invece le nuove misure demografiche cinesi.

Infine, alcuni articoli sulle relazioni italo-cinesi: le ricerche geologiche sulla nuova “via della seta” illustrate da Alessandro Pasuto dell'Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica, la collaborazione tra il Dipartimento di scienze umane e sociali, patrimonio culturale Cnr e l'Università di Xiamen per la valorizzazione del patrimonio culturale ricordata da Heleni Porfyriou dell’Istituto di scienze per il patrimonio culturale ricorda e la crescita dell’immigrazione cinese in Italia, vista con Michele Colucci dell'Istituto di studi sul Mediterraneo.

Sul tema anche il Faccia a faccia con Giovanna Botteri, corrispondente Rai a Pechino. In Altra ricerca si ricorda la mostra “China Goes Urban” in corso al Museo d’arte orientale di Torino fino al 10 ottobre 2021. E, nelle Recensioni, il volume “La Cina di oggi in otto parole” (Il Mulino) di Beatrice Gallelli. (aise) 

682 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria