Lunedì, 06 dicembre 2021 - ore 16.48

Europa News » Politica

I migranti al confine polacco e la reazione confusa dell’UE

Nelle ultime settimane l’agenda delle istituzioni europee è stata travolta da una nuova crisi migratoria al confine tra Polonia e Bielorussia. Il regime di Aljaksandr Lukashenka ha infatti spinto migliaia di persone al confine con l’obiettivo di destabilizzare l’Unione Europea oppositrice del governo autoritario di Minsk.

Lukashenko e la sua guerra ibrida all’Europa

Una crisi artificiale, ennesima provocazione di Lukashenko che con questa “guerra ibrida” vuole dare una ulteriore dimostrazione a Putin di essere l’ultimo baluardo all’avanzata dell’Europa e dei suoi valori, in quello ''scontro di civiltà'' che il leader russo vede come inevitabile. Ne scrive Anna Zafesova su Affarinternazionali.
Petizioni online
Sondaggi online