Giovedì, 18 aprile 2019 - ore 16.51

Mondo Notizie

Storia di un successo a Washington DC di Oscar Bartoli

Il passa parola cittadino dice che si deve andare al ristorante "La Tomate Bistrot" perché è il 31º anniversario della fondazione ed anche perché mi dicono il livello di questo locale è stato ribaltato in meglio grazie ad un nuovo chef.

AISE A BUENOS AIRES IL DOCUMENTARIO SULLA STORIA DEL FRIULI

È previsto per domani, dalle 12 alle 16.30, l’appuntamento della Società Friulana di Buenos Aires presso Villa Devoto, durante il quale ci sarà la proiezione del film “Cencesunsûr e je lade une civiltât – La silenziosa trasformazione di una civiltà” di Remigio Romano.

Aise UNICEF: IN PALESTINA IL 25% DEI RAGAZZI DI 15 ANNI NON VA A SCUOLA

Quasi tutti i bambini palestinesi, fra i 6 e i 9 anni frequentano la scuola, ma a 15 anni circa il 25% dei ragazzi e il 7% delle ragazze abbandonano gli studi, secondo il rapporto “State of Palestine: Country Report on Out-of-School Children” (Palestina: Rapporto sui bambini che non vanno a scuola).

Amnesty TURCHIA, TERMINA LO STATO D’EMERGENZA:ORA RIPRENDA IL CAMMINO VERSO LA GIUSTIZIA

La fine di due anni di stato d’emergenza è un passo nella giusta direzione che dev’essere però accompagnato da misure urgenti per evitare che si tratti unicamente di una mossa cosmetica”, ha dichiarato Fotis Filippou, vicedirettore di Amnesty International per l’Europa, commentando la notizia che lo stato d’emergenza non verrà ulteriormente rinnovato alla sua scadenza odierna

YEMEN RAPPORTO DI AMNESTY GLI OSTACOLI AGLI AIUTI METTONO A RISCHIO LA VITA DI MILIONI DI PERSONE

In evidenza: la coalizione militare guidata dall'Arabia Saudita continua a imporre ostacoli all'ingresso nello Yemen di forniture essenziali e queste restrizioni sempre più stringenti potrebbero costituire crimini di guerra; nelle zone minacciate dalla fame, le autorità "di fatto" huthi ritardano in modo eccessivo le forniture di assistenza umanitaria e a volte chiedono tangenti per farle passare.

TURCHIA, CONTRO OGNI LOGICA RESTA IN CARCERE IL PRESIDENTE DI AMNESTY

TURCHIA, CONTRO OGNI LOGICA RESTA IN CARCERE IL PRESIDENTE DI AMNESTY Commentando il prolungamento della detenzione del difensore dei diritti umani e presidente onorario di Amnesty International Turchia Taner Kiliç al termine dell'udienza del 21 giugno, il segretario generale di Amnesty International Salil Shetty ha rilasciato la seguente dichiarazione: "La decisione di continuare a tenere in prigione il nostro collega ci spezza il cuore e rappresenta un'altra parodia della giustizia. Dopo oltre un anno lontano dalla sua famiglia e senza uno straccio di prova credibile a sostegno delle assurde accuse nei suoi confronti, il crudele prolungamento della sua detenzione sfida ogni logica".
Petizioni online
Sondaggi online