Giovedì, 17 ottobre 2019 - ore 05.30

Oltre ogni limite

Mentre noi europei consumiamo le risorse non rinnovabili, il nostro governo spreca un'altra occasione per contrastare i cambiamenti climatici

| Scritto da Redazione
Oltre ogni limite

Esattamente due settimane fa segnalavo che nel Regno Unito è stato compiuto un atto estremamente significativo: il parlamento ha dichiarato lo stato di emergenza climatica e ambientale a livello nazionale.

Mi chiedevo anche se i nostri governanti avrebbero avuto il coraggio di fare un passo altrettanto significativo. Beh, direi che è arrivata una risposta netta: NO.

Già, perché di recente alcuni paesi hanno proposto al Consiglio Europeo riunito a Sibiu (Romania) un documento intitolato “Un paese pulito per tutti”, nel quale vengono avanzate richieste e proposte per

- Elaborare una strategia comune per affrontare il problema del clima

- Chiedere all’Ue un impegno comune per azzerare le emissioni di gas serra entro il 2050

- Chiedere agli Stati membri di muoversi verso l’integrazione della produzione energetica e verso una transizione a un’economia verde, anche aumentando i contributi dei singoli paesi.

Il documento è stato firmato da Francia, Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Portogallo, Paesi Bassi, Spagna e Svezia.

L’Italia non ha firmato (e nemmeno la Germania, a dire il vero).

Tutto questo mentre il tempo scorre inesorabile, ed una data estremamente significativa torna a ricordarci che non abbiamo più tempo da perdere. Avete mai sentito parlare dell’Overshoot day, il “giorno del sorpasso”? E’ una data che rappresenta quanto velocemente stiamo consumando le risorse del pianeta. Se ogni primo giorno dell’anno immaginiamo di iniziare a utilizzare le risorse che il pianeta è in grado di rigenerare annualmente, l’overshoot day rappresenta il giorno nel quale finiamo le risorse rinnovabili e cominciamo ad intaccare quelle non rinnovabili. A livello globale questa data ogni anno cade sempre prima, e attualmente è nei primi giorni di agosto.

E a livello europeo?

Come segnala il WWF nel suo report 2019 “Living beyond nature’s limit”, l’overshoot day comunitario è stato il 10 maggio. E’ un dato estremamente allarmante: se tutta la popolazione mondiale consumasse quanto gli europei, ci vorrebbero 2,8 pianeti Terra per mantenere il nostro stile di vita scellerato. E così, mentre gli studenti ci chiedono di darci una mossa, noi ci destreggiamo fra piccoli e grandi sprechi, dai negozi con riscaldamento acceso e porte aperte ai prodotti di difficile riparazione e che si rompono subito dopo la scadenza della garanzia, passando per la frutta già sbucciata e tagliata a fettine, confezionata in pratiche confezioni monouso.

- Barbara Gamba -

419 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria