Domenica, 17 febbraio 2019 - ore 11.05

Rubriche News » Pianeta Migranti

Storie di persone e di paesi a cura di Pax Christi Cremona

Pianeta migranti. E’ italiano il nuovo alto commissario dell’Onu per i rifugiati

E’ Filippo Grandi, milanese di 58 anni, il nuovo alto commissario per i rifugiati dell’Onu. E’ entrato in carica il 1 gennaio. Ha raccolto il testimone dal suo predecessore, il portoghese Antonio Guterres, che ha diretto l’UNHCR per 10 anni. Il compito gli è stato affidato alla metà dello scorso novembre dal segretario generale dell’Onu, Ban Ki Moon, che lo ha scelto fra una rosa di prestigiosi candidati.

Pianeta Migranti. 2015: tra paure e accoglienza

Proponiamo come primo post del 2016 le considerazioni di Mons. Gian Carlo Perego, Direttore generale di Fondazione Migrantes, e il suo invito ad intensificare gli sforzi nel nuovo anno per accogliere chi è in cammino, a partire dalla Chiesa, come esempio per l’intera comunità.

Pianeta migranti. Per loro non c’era posto nell’albergo.

Anche oggi non c’è posto nei contesti umani e civili per milioni di migranti e rifugiati in cerca di salvezza. Anche per loro restano solo le “stalle” degli accampamenti improvvisati lungo le vie di una fuga forzata.

Pianeta migranti. Erode abita in Europa

Settecento bambini morti da inizio anno nel viaggio verso una terra migliore. Sono gli innocenti del secolo nuovo che Erode uccide, proprio come duemila anni fa, senza conoscerne i volti e i nomi, nel solo nome della sua sicurezza.

Pianeta migranti. Benvenuto rifugiato a casa mia!

La pratica dell’accoglienza diffusa avanza in Europa e in Italia anche se i vari Paesi cercano di chiudere le frontiere ai flussi migratori. Ciò significa che l’umanità e la solidarietà delle persone sanno scavalcare i muri, abbattere le barriere e aprire le porte di casa.

Pianeta migranti. Turchia, il limbo dei rifugiati.

L’Unione europea concede 3 miliardi di euro al governo turco per trattenere i migranti in Turchia. D’ora in poi i nuovi flussi arriveranno in Europa dalla rotta del Mediterraneo e dovremo contare altri morti.

Pianeta migranti. Storie. La giungla di Calais

Nel nord della Francia, sul canale della Manica, è nata in pochi mesi una città di ottomila abitanti detta la “Jungle” di Calais. Ci sono curdi, afghani, sudanesi, eritrei, kosovari, pachistani: la maggior parte di loro vogliono raggiungere Londra. Grande la solidarietà della gente, assenti, o quasi, le istituzioni.

Pianeta migranti. Proteggere è un dovere stabilito dalla legge italiana

Mentre l’Europa discute di come esternalizzare la crisi migratoria per proteggere i propri confini anche a costo di mettere in gioco i propri valori fondanti, a Cremona si è parlato del diritto alla protezione, e dunque del dovere di proteggere, e degli strumenti spesso disattesi, che l’Italia, nel tempo, si è data per garantirlo.

Pianeta migranti. Profughi all’addiaccio sulla rotta dei Balcani

Solo all'ultimo summit i leader europei hanno deciso i provvedimenti necessari perché i profughi possano trovare riparo durante l'inverno sulla rotta balcanica. Intanto molti gruppi di volontari, che da mesi suppliscono le istituzioni, chiedono di agire immediatamente per evitare nuove tragedie, questa volta sulle strade dell'Europa.

Pianeta migranti. Libia, se questi sono uomini

In Libia i migranti subiscono violenze e gravi violazioni dei diritti umani, denunciati ormai da numerose testimonianze. Eppure la comunità internazionale non fa nulla per affrontare la situazione

Pianeta migranti. I desaparecidos del Mediterraneo. Presidi a Milano

A Milano tutti i giovedì presidio per i migranti scomparsi nel Mediterraneo. Ha cominciato la Rete Milano Senza Frontiere in giugno e in settembre si è aggiunta Palermo. Presto potrebbero essere diverse le città, inclusa Roma, a promuovere la “Marcia per i Nuovi Desaparecidos”, i migranti scomparsi del Mediterraneo.

Pianeta migranti La società civile apre corridoi umanitari

Comunità di Sant’Egidio e Federazione delle Chiese Evangeliche finanzieranno con i fondi dell’8 x 1000 un progetto che ha l’obiettivo di trasportare in Europa in modo sicuro 1.000 profughi nei prossimi mesi.
Petizioni online
Sondaggi online